Lunedì, 15 Luglio 2024
Attualità Andretta

Andretta, la "Casa di Rachele e Angela" diventa rifugio per ucraini

La soddisfazione del sindaco Michele Miele

"Stasera le luci della "Casa di Rachele ed Angela" si sono finalmente accese per dare speranza, rispetto, solidarietà e perché no anche un sorriso ai cittadini ucraini che scappano dall'orrore di una guerra assurda. Da stasera si sono accesi anche i cuori di tanti cittadini andrettesi, tra appartenenti ad associazioni e non, che hanno dato tutto per rendere felici quelle PERSONE che sono entrate in quella stupenda casa.  Un sindaco, un amministratore da solo non va da nessuna parte. Solo insieme si vince. Solo con la forza e l'amore di un'intera comunità si vince. E stasera Andretta ha vinto: perché non c'è cosa più bella di donare affetto ed amore con la semplicità di un gesto o di un sorriso. Un grazie particolare alla famiglia Stiso-Tedeschi che ha creduto in noi, grazie a tutte le associazioni che da settimane sono in prima linea ed un abbraccio a Don Piercarlo per la sua premurosa disponibilità.
Grazie ad Andretta... Grazie agli andrettesi, sono orgoglioso  di tutti voi. È un onore essere il primo cittadino di una comunità così pronta e decisa a donarsi per chi soffre ed in noi vede una speranza di luce e di serenità".
Così il sindaco di Andretta, Michele Miele. 
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Andretta, la "Casa di Rachele e Angela" diventa rifugio per ucraini
AvellinoToday è in caricamento