Attualità Mercogliano

Albergatori abbandonati, Grand Hotel Irpinia: "Trattati alla stregua dell'illegalità"

La struttura ricettiva lamenta incapacità legislative da parte dello Stato c

Il governo non mai imposto la chiusura: la scelta è stata individuale. Molti hotel sono rimasti aperti per ospitare – anche gratuitamente – personale medico, altri hanno chiuso per evidente mancanza di ospiti.

 Federalberghi si batte da tempo per avere risposte sul comparto: chiede sgravi fiscali, rimborsi, ma anche di sapere quando i turisti italiani potranno spostarsi. 

Notizie fondamentali che non arrivano e gettano nello sconforto gli albergatori. 

In particolare il Grand Hotel Irpinia evidenzia la mancanza di una strategia per la ripartenza. 

"Fare un bilancio generale della situazione attuale per la nostra attività  ci rende consapevoli che dopo questi 28 anni di ININTERROTTA attività   due mesi di chiusura forzata ed   improvvisa  ci rende sfiduciosi e disillusi dalla gestione miope  e inconsistente dell'attuale governo in particolar modo nel contrasto all'impoverimento economico e d'iniziativa per costruire un nuovo  corso " post covid" per il turismo ed il leiusure". 

Solo incertezza nel futuro delle strutture ricettive che lamentano incapacità legislative:

"Sappiamo inoltre che le capacità  legislative dimostrate dalle istituzioni tendono  a valutare esclusivamente lo stato 1 della pandemia cioè la chiusura  e non la risoluzione sociale ed economica del nostro meraviglioso paese.  È  inimmaginabile pensare che coloro cui dovranno restituire divertimento, spensieratezza, luoghi professionali, benessere, svago e convivialità siano stati trattati alla stregua dell'illegalità senza supporto né informazioni certe". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Albergatori abbandonati, Grand Hotel Irpinia: "Trattati alla stregua dell'illegalità"

AvellinoToday è in caricamento