Sapore d'Irpinia

Sapore d'Irpinia

La pizza di Ernesto Palmieri vola a Berkeley: "Porterò i frutti della mia terra nel mondo"

Il pizzaiolo di Nusco in California al timone del forno del ristorante Lucia's

Ernesto Palmieri, il gigante buono della pizza irpina vola a Berkeley per esportare l'arte bianca sulle tavole degli americani.
Dopo aver girato in lungo e in largo la penisola italiana, sempre alla ricerca di nuovi stimoli e nuove avventure, Ernesto ha deciso di mettere radici negli USA per abbracciare il progetto di Alessandro Uccelli e Steave Dumain, titolari di Lucia's. Un ristorante che è un luogo di ritrovo per gli italiani, ma anche per i californiani a caccia di cibo autentico e di alta qualità.
“Lucia's nasce nel 2016 dall'idea e dall'unione di un italiano e un americano Alessandro Uccelli e Steave Dumain - racconta Ernesto - Il loro concetto è quello di portare la vera tradizione della pizza napoletana qui a Berkeley. Tutto è italiano a partire dal forno Stefano Ferrara, l'impastatrice Mecnosud, la farina Caputo, le materie prime e il pizzaiolo che da oggi sono io”.
Un matrimonio professionale quello tra Ernesto e Lucia's che promette di diffondere la cultura della pizza patrimonio immateriale dell'Unesco coniugando tradizione e innovazione senza mai dimenticare la sua terra.
“Ho conosciuto i proprietari di Lucia's in Italia durante uno dei miei corsi ed è stato "amore" a prima vista. Ho deciso di sposare la loro idea perché rifletteva bene i miei desideri dopo la decisione di chiudere la mia pizzeria a Nusco per crescere professionalmente. Loro hanno già un livello qualitativo alto, ma la mia idea è quella di portare a Berkeley i prodotti di eccellenza che mi hanno sempre accompagnato e contraddistinto, i frutti della mia terra e della Campania".
La mission di Ernesto è stupire le papille gustative dei clienti più esigenti con abbinamenti raffinati, ma decisi ottenendo il massimo del gusto grazie ad un connubio perfetto tra ingredienti selezionati e ben equilibrati. Un modo intimo e personale attraverso il quale interpretare l'arte bianca col fine di stravolgere l'idea comune che gli stranieri hanno della tonda gourmet e diventare, magari, un punto di riferimento per la pizza napoletana in America. 
“Sognare e crederci non fa mai male - sorride Ernesto - a sognare in piccolo o in grande si impegna lo stesso tempo, allora meglio impegnarlo a sognare in grande".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto per la famiglia Pennella: Peppino tradito dalla sua passione per la foto

  • Quasi tre anni in carcere da innocente, finisce l'incubo di un 23enne

  • La "Masi" anticipa l'uscita per il terremoto, la dirigente rimuove il responsabile 

  • Mangiano e dormono all'agriturismo e poi scappano senza pagare

  • L’irpina Enrica Musto commuove il pubblico di “Tu si que vales”

  • Trovato il cadavere di un 51enne in un appartamento

Torna su
AvellinoToday è in caricamento