menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tenta di uccidere il figlio a coltellate: manette ad un farmacista

L'episodio ad Ariano nella propria abitazione. La moglie chiama la polizia. Fugge di casa e viene fermato: in auto aveva una somma ingente di denaro e vari coltelli

Tenta di uccidere il figlio. 63enne farmacista, residente ad Ariano Irpino è stato arrestato dagli agenti del commissariato di Ariano. L'uomo originario di Mirabella Eclano non era la prima volta che si rendeva protagonista di gesti simili. Questa volta brandendo un grosso coltello tentava di aggredire il figlio 29enne presso l’abitazione di famiglia. Il giovane con abilità riusciva a disarmare il padre che in un primo momento desisteva dalla sua condotta omicida ma riesplodeva di nuovo, dopo aver visto la moglie telefonare al 113 e chiedere soccorso. Impugnando un altro grosso coltello da cucina assaliva nuovamente il figlio ma anche in questa circostanza veniva disarmato e scaraventato in terra. Successivamente lo stesso, in preda al panico, usciva di casa e saliva a bordo della propria auto fuggendo a forte velocità.

Gli agenti di polizia, bloccavano l'uomo poco distante da casa, lo perquisivano e occultato sotto il sedile lato passeggeri, trovavano un borsello contenente una ingente somma di denaro, segno evidente che lo stesso era in procinto di allontanarsi definitivamente.

Nel corso della successiva perquisizione gli operatori di polizia presso l’abitazione rinvenivano due fucili da caccia, illegalmente detenuti, ed un grosso pugnale riposto in un fodero e nascosto in camera da letto. A seguito degli accertamenti di rito l’uomo veniva tratto in arresto ed associato presso la locale Casa Circondariale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento