rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sicurezza sui luoghi di lavoro: "Non si può morire per lavorare"

In Piazza Libertà ad Avellino Cgil, Cisl e Uil hanno tenuto un presidio in contemporanea con quello organizzato a Roma, in piazza Montecitorio

Nella mattinata di oggi, in Piazza Libertà ad Avellino Cgil, Cisl e Uil hanno tenuto un presidio in contemporanea con quello organizzato a Roma, in piazza Montecitorio.

Per la ripresa dei tavoli di confronto 

Una giornata di mobilitazione sulla sicurezza nei luoghi di lavoro e per rivendicare la proroga del blocco dei licenziamenti per tutti sino al 31 ottobre 2021, per l’approvazione della riforma degli ammortizzatori sociali, per la ripresa dei tavoli di confronto sulle crisi aziendali ancora bloccati al Ministero dello Sviluppo economico, contro la semplificazione in materia di appalti e per la stipula di un accordo nazionale per la salute e la sicurezza sul lavoro e la certezza della Governance e partenariato sul PNRR ai vari livelli.

Sicurezza sui luoghi di lavoro: "Non si può morire per lavorare"

I rischi, con il Covid, sono soltanto aumentati

Al presidio hanno preso parte i segretari generali e le segreterie irpine di Cgil, Cisl e Uil e hanno parlato anche alcune delegate, alcuni delegati in rappresentanza delle lavoratrici e dei lavoratori coinvolti nelle aziende colpite gravemente dalla crisi ed Rappresentanti Lavoratori Sicurezza particolarmente esposti in questi 16 mesi di pandemia. 

Video popolari

Sicurezza sui luoghi di lavoro: "Non si può morire per lavorare"

AvellinoToday è in caricamento