Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intervista a Pio Stefanelli: "Trattato come un pacco postale, è un'esperienza che non si può descrivere"

Avellino Today ha intervistato Pio Stefanelli, il 33enne dializzato e positivo al Covid dimesso nella giornata di ieri dall'Ospedale Moscati di Avellino

 

Avellino Today ha intervistato Pio Stefanelli, il 33enne dializzato e positivo al Covid dimesso nella giornata di ieri dall'Ospedale Moscati di Avellino. Nella serata di ieri, poi, l’Azienda Ospedaliera ha proposto al giovane di Sperone il trasferimento presso villa Maria a Baiano, ma Pio, dinanzi ha questa proposta, ha scelto di tornare a casa.

La promessa del Moscati

Il Moscati, ancora, gli ha garantito tre volte alla settimana – il lunedì, il mercoledì e il venerdì – di andarlo a prendere a casa, consentirgli di effettuare la dialisi e poi riaccompagnarlo presso il suo domicilio.  

"Trattare un malato come un oggetto è inaccettabile"

"Quello chè successo è indescrivibile. Trattare un malato come un numero, un oggetto - afferma Pio Stefanelli - è una cosa inaccettabile. Mi è stata prospettata la possibilità di trasferirmi presso villa Maria a Baiano ma io non sono il pacco postale di nessuno. A questo punto, preferisco stare a casa e sperare che l'Azienda Ospedaliera mantenga le sue promesse". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
AvellinoToday è in caricamento