rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ad occhi chiusi", il nuovo singolo de I Malamente

Nel videoclip ufficiale Arianna Oliva ha interpretato e curato la coreografia che racchiude il senso del singolo

E'uscito il nuovo singolo della band I Malamente dal titolo "Ad occhi chiusi". La canzone, disponibile su tutte le piattaforme digitali, anticipa l’uscita del nuovo album del gruppo “È una storia che va”
Un brano nato appunto “ad occhi chiusi”, dalla necessità di trovare rifugio e riparo in un luogo perfetto e utopico creato dall’immaginazione. La canzone quindi rappresenta l'esaltazione vera e propria del sogno e della libertà che la vita molto spesso mette in discussione, mentre in un sogno si è estremamente liberi. 

Nel videoclip ufficiale Arianna Oliva ha interpretato e curato la coreografia che racchiude il senso del singolo. 

L’arrangiamento musicale del brano parte volutamente con una cellula ritmica di pizzica, per rimandare anche a quelle che sono le prime influenze musicali del gruppo, ma poi si sviluppa in modo completamente nuovo, così come per il resto dell’album.

È una storia che va infatti è l’album che segna il passaggio definitivo ad un sound pop/folk contaminato dalle idee e dai gusti dell’attuale formazione composta da:

Vito Raosa, voce e fisarmonica 

Pietro Accomando, voce e percussioni 

Francesco Mercadante, basso elettrico 

Giuseppe Polcaro, batteria

Gabriele Contrada, chitarre 

Marco Saraceno, flauto traverso 

Nel nuovo album anche i temi trattati sono vari. Dal legame profondo con le radici, al desiderio di un futuro estremamente libero da pregiudizi e differenze di ogni tipo, dall'amarezza di chi è costretto a dover cercare fortuna altrove pur avendo sempre un’attrazione gravitazionale verso la propria terra, alla rabbia di vedere la società piegarsi al dio denaro non preoccupandosi della vita del nostro pianeta e delle persone. Alla fine l’album si chiude con una special version di Binario 10 che è punto di partenza e di arrivo di questa storia ma è anche punto di nuova partenza del nostro percorso musicale.

Biografia de I Malamente

I Malamente nascono nel 2009 trascinati dalla passione per la cultura musicale tradizionale del Sud Italia. Fin da subito la loro energia catalizza e totalizza grandi consensi ed apprezzamenti. Dopo numerosi concerti, nel 2015 si decide di dar vita ad un progetto che punta a riscoprire le risorse musicali della terra natia, l’Irpinia, abbinando ai testi tradizionali un sound innovativo. Il frutto di questo lavoro è racchiuso nel primo album: “ABBALLA BELLA”.

ABBALLA BELLA nasce dall' idea di fondere passato, presente e futuro. Questo invito a danzare rivolto ad una ragazza immaginaria cela un significato più ampio. Le feste popolari sono sempre state accompagnate da ritmi frenetici che hanno dato quel tocco di magia alle serate, allontanando per diverse ore i tanti problemi della vita quotidiana. L’obbiettivo del gruppo e del disco è proprio questo: mescolare “tradizione e innovazione”, come recita una strofa dell' inedito, affinché gli ascoltatori si lascino trasportare da queste musiche. Dopo il grande successo dell' Abballa bella tour, il 31 dicembre viene pubblicato il primo videoclip ufficiale su youtube, Quanno nascisti tu. Intanto le tematiche sociali non lasciano indifferente il gruppo. L'esigenza di denunciare un problema come l'inquinamento nella valle del Sabato e la collaborazione con Gaetano Guarino e l'associazione "Salviamo la valle del Sabato", portano alla creazione di un nuovo singolo, Mo' basta, e alla pubblicazione del secondo videoclip ufficiale.

Video popolari

"Ad occhi chiusi", il nuovo singolo de I Malamente

AvellinoToday è in caricamento