menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Meta Formia-Scandone Avellino 83-81 dts, i biancoverdi buttano via la vittoria

Terza sconfitta consecutiva per la squadra di De Gennaro che, dopo aver condotto a lungo la sfida, perde due punti fondamentali in chiave salvezza

Terza sconfitta consecutiva per la squadra di De Gennaro che, dopo aver condotto a lungo la sfida, perde due punti fondamentali in chiave salvezza. I biancoverdi, ospiti della Meta Formia, nel match valevole per l'ottava giornata del campionato di basket di Serie B, girone D1, cadono clamorosamente all'over-time. La squadra di De Gennaro riesce nell’impresa di dilapidare 12 punti di vantaggio su Meta. C’è da dire che - gli ospiti - hanno avuto la possibilità di rimetterla sui binari giusti proprio sulla sirena dei tempi regolamentari, grazie ai tiri liberi di Danilo Mazzarese. Quest’ultimo, però, fa 1 su 2 e si va all’over-time. Brunetti, autore di cinque falli, esce e la Scandone si arrende. Il risultato finale recita 83-81 per i padroni di casa. Una sconfitta clamorosa che, ancora una volta, sottolinea la presunzione e la mancanza caratteriale di questa squadra. 

Il racconto LIVE della sfida

Primo quarto - La Scandone parte certamente meglio: Marra mette dentro 4 punti ma il Meta non sta a guardare e, Tamburrini prima e Cimminella poi, fanno 5-4. Scandone infallibile dalla lunetta, con Ani che fa 2/2. Formia, però, continua a portarsi avanti con Laguzzi: 9-8. Dopo un periodo in cui la confusione regna sovrana, la sfida resta in equilibrio 13-13. I biancoverdi si riportano avanti con Costa e Brunetti ma, poi, è la tripla di Jovovic che vale il 18-16 per il Meta. Monina, proprio sulla sirena, riporta la Scandone a -2. Tamburrini manda Riccio in lunetta, che fa 3 su 3. Avellino chiude il primo quarto in vantaggio 20-21. 

Secondo quarto -  Ottimo secondo quarto per la Scandone, che alza il ritmo soprattutto con Costa (1/2 dalla lunetta), Riccio ed Ani (tripla) e si porta sul +5, 23-28. La banda di De Gennaro, però, non si accontenta e riesce ad arrivare anche al +9. La spinta dirompente costringe i padroni di casa al time out sul 23-34. Meta tenta una timida reazione con Verrazzo ma, alla fine del secondo quarto, il punteggio è 27-37.

Terzo quarto - Formia reagisce con forza allo strapotere Scandone del secondo quarto e dimezza lo svantaggio. È Sousa a suonare la carica per la squadra di De Gennaro e riporta i biancoverdi a +7: 32-39. È ancora Laguzzi a riaccendere le speranze dei padroni di casa ma la Scandone difende il suo vantaggio con Marra e il solito Sousa: 35-43. Avellino cerca di allentare la pressione con Ani e si riporta a +10; ma Jovovic e Laguzzi portano Meta sul 46-51. Nel finale, il tiro di Laguzzi fissa il punteggio sul 48-54.

Ultimo quarto - Il Meta esce alla grande nell’ultimo quarto e si porta sul 61-65. Troppi gli errori dei lupi e Ianuale piazza il canestro del -2: 63-65. Riccio fa 1/2 dalla lunetta e il canestro di Cimminella fissa il risultato sul 66-66. Brunetti fa 1/2 dai liberi ma è Ianuale a portare clamorosamente avanti Formia (70-69). Avellino si riporta in vantaggio con Riccio e Mazzarese (70-72). Tamburrini pareggia ancora e poi piazza la tripla del 75-72. Tamburrini e Scampone regalano a Mazzarese i liberi della possibile vittoria a 2 secondi dalla fine: il numero 23 fa 1 su 2. Il tempo regolamentare si conclude sul 75-75 e si va all’over-time.

Meta Formia: Cimminella 11, Tartaglione, Ianuale 7, Jovovic 18, Tamburrini 15, Digno 9, Laguzzi 16, Grgurovic, Verazzo 4, Polidori, Di Prospero, Scampone 3.

Scandone Avellino: Costa 7, Marra 12, Genovese, Sousa 8, Ani 14, Brunetti 5, Riccio 19, Monina 4, Mazzarese 10, Trapani, Marzaioli 2, Mraovic.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona Rossa, la precisazione della Regione Campania

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento