menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, la Figc rinvia il Consiglio Federale del 23 marzo a data da destinarsi

Slitta la discussione sul futuro dei campionati italiani

"La FIGC ha deciso di rinviare a data da destinarsi il Consiglio Federale in programma lunedì 23 marzo". Con questa nota, la Federazione Italiana Giuoco Calcio ha comunicato il rinvio della seduta importantissima per il futuro dei campionati italiani, bloccati a causa dell'emergenza coronavirus.

I tre possibili scenari

Sul tavolo del 23 marzo si sarebbe discusso, infatti, riguardo alle tre possibili soluzioni da adottare, al fine di portare a termine i campionati italiani di calcio della stagione corrente, tra cui anche quello di Serie C in cui milita l'Avellino (girone C):

- la prima soluzione prevede la ripresa dei campionati dalla giornata in cui ciascuno di essi è stato sospeso (nel caso dei biancoverdi, il campionato riprenderebbe dalla 31^giornata, in occasione della sfida contro la Reggina allo stadio "Oreste Granillo");

- la seconda ipotesi porterebbe alla sospensione definitiva dei campionati, con la Figc intenzionata a comunicare le squadre italiane che avranno accesso alle competizioni europee della stagione 2020-21, senza assegnamento di titoli e con l'azzeramento di promozioni e retrocessioni da una serie all'altra;

- la terza ipotesi avrebbe come effetto quello di far terminare anticipatamente i campionati, con l'assegnazione del titolo di Serie A alla squadra che, attualmente, detiene il primo posto (la Juventus) e un sistema di promozioni e retrocessioni da una serie all'altra che verrà stabilito in base alla posizione di classifica occupata da ciascun club al momento della sospensione del campionato.

La prima soluzione sembrerebbe, allo stato attuale, quella maggiormente preferita dai club calcistici, che spingono per tornare in campo entro il mese di maggio. Tutto, però, dipenderà dal vertice Uefa di domani, in cui verrà discusso se disputare, o meno, i Campionati Europei di calcio tra nazionali, in programma dal 12 giugno al 12 luglio 2020. 

La quarta ipotesi di Gravina

In un'intervista a "Radio Anch'Io Sport" su Radio 1 Rai, il presidente Figc Gabriele Gravina ha aperto le strade anche a una quarta possibilità:

"Se non sarà possibile terminare i campionati, adotteremo altre decisioni. Non escludo nulla, neanche che l'attuale campionato possa essere spalmato su due stagioni diverse".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Disfunzioni idriche in Irpinia: l'avviso di Alto Calore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento