menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Capuano si presenta alla piazza: "Non ho mai offeso questa città"

La presentazione

Il nuovo allenatore dell'Avellino, Ezio Capuano, si presenta alla piazza e, per prima cosa, chiarisce quella ormai leggendaria esultanza dopo la vittoria contro l’Avellino nella stagione 2005-2006, quando sedeva sulla panchina della Juve Stabia e vinse per 1 a 0 in una gara giocata a porte chiuse:

"Dodici anni fa non ho mai offeso l’Avellino. La mia è stata una esultanza rabbiosa. Non ho mai detto brutte parole nei confronti del popolo irpino.Io oggi darei due litri di sangue per salvare questa città. Io non ho fatto nulla. Non mi sono reso conto di ciò che stava accadendo. Non voglio il tiki taka, conta solo fare gol. La lavagna la ritengo determinante. Le immagini devono restare sullo schermo visivo della mente dei miei giocatori. Capuano bisogna conoscerlo, e la mia carriera l’ho distrutta anche io. In questo mondo non puoi dire sempre quello che pensi. Ma la libertà di pensiero è il sentimento più notevole che deve albergare nell’animo umano".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento