menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Avellino-Palermo, Bernardotto: "Inutile fasciarsi la testa, pensiamo alla gara di domenica"

Le dichiarazioni dell'attaccante biancoverde alla vigilia del match di domenica pomeriggio contro la compagine rosanero

Ecco le dichiarazioni di Gabriele Bernardotto, attaccante dell'Avellino, alla vigilia del match di domenica pomeriggio, alle ore 15, contro il Palermo, valevole per la ventitreesima giornata del campionato di Serie C, girone C.

Il centravanti biancoverde spiega l'importanza della gara contro la compagine siciliana: "Sappiamo che, nel calcio, c'è la pressione. L'importante è pensare alla partita di domenica e a raggiungere i nostri obiettivi. E' inutile fasciarsi la testa per le partite precedenti. Ora, il nostro obiettivo è far risultato domenica contro il Palermo".

Sui paragoni con un grande ex del club irpino, Bernardotto precisa: "Mi sento bene, come ha anche detto Peppe (Carriero, ndr), a Bisceglie siamo stati bravi a non mollare e a raggiungere il pareggio. Sono contento di essere paragonato a Biancolino e di potermi togliere tante soddisfazioni con questa maglia. Sono contento per tutti i complimenti che ricevo. Tutto dipende dalla testa e da quante volte la butti dentro. Però, piano piano, so che riuscirò a togliermi delle soddisfazioni anche su questo punto di vista".

Sulla questione delle scelte operate da Piero Braglia: "Dobbiamo adeguarci a quello che ci chiede il mister. Credo che la squadra abbia tanta personalità, ma alcune partite, purtroppo, nascondono insidie maggiori: a Bisceglie, nel primo tempo, non ci siamo adeguati bene ma, nella seconda frazione, siamo riusciti a uscirne fuori".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento