Salute

Il virus mutato è più contagioso e può falsare l'esito dei tamponi: cosa c'è da sapere

Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità, non ci sono al momento prove che la variante induca una maggiore gravità della malattia

La variante del covid diffusasi in Gran Bretagna è più contagiosa e può falsare l'esito dei test diagnostici, mentre non è provato che accresca la gravità della malattia. E' quanto ha fatto sapere l'Oms: sulla base dei "segnali preliminari, la variante del Covid-19 che si è diffusa in Gran Bretagna può essere in grado di diffondersi più facilmente tra le persone" e secondo "informazioni preliminari può influenzare le prestazioni di alcuni test diagnostici".

 L'Oms ha precisato inoltre che "non ci sono prove che indicano cambiamenti nella gravità della malattia, ma anche su questo aspetto sono in corso valutazioni".

La nuova variante del coronavirus e i primi casi in Italia: cosa sappiamo e quali pericoli ci sono

Il primo a dare l'allarme era stato il premier britannico Boris Johnson, il quale aveva avvertito che la variante mutata del coronavirus ha una trasmissibilità molto maggiore, del 70% in più. Ma a terrorizzare è stato sopratttutto il ministro della Sanità Matt Hancock, il quale ha sostenuto che la nuova variante è "fuori controllo". Invece il capo dell'Autorità Sanitaria britannica Chris Witty aveva spiegato due cose molte molto importante: la prima è che non è provato che la nuova variante sia più letale e non esiste ad oggi nessun elemento che faccia pensare che sia più resistente ai vaccini di cui in Gran Bretagna inizia in questi giorni la somministrazione.

La variante è già uscita dai confini britannici

La variante riscontrata nelle ultime settimane in Gran Bretagna è stata tra l'altro già rintracciata anche in Olanda, Danimarca, Australia e forse Sudafrica.

Sospensioni dei voli

 I governi europei hanno chiuso i collegamenti con la Gran Bretagna. La stretta, come spesso accade in ambito Ue, è avvenuta in ordine sparso. Ha iniziato l'Olanda, sospendendo i voli con Londra fino al primo gennaio. Poi è stato il turno del Belgio (anche i treni) e dell'Italia. L'ordinanza, annunciata dal ministro degli Esteri Luigi Di Maio e firmata dal titolare della Salute Roberto Speranza, è già entrata in vigore, fino al 6 gennaio. E l'ultimo volo della British da Londra è atterrato nel pomeriggio a Fiumicino. Una decisione preso dopo un "confronto con gli scienziati", ha spiegato Speranza.

Lo stop ai voli è stato deciso anche dalla Germania che, come presidente di turno dell'Ue, si è attivata per fare il punto della situazione con i partner. Convocando una videoconferenza a cui hanno partecipato Angela Merkel, Emmanuel Macron, Ursula von der Leyen e Charles Michel (assente l'Italia) nel tentativo di trovare una risposta comune a questa nuova emergenza. Nel frattempo – in attesa del vertice urgente convocato questa mattina dal Consiglio europeo per il coordinamento dell ’Ue sulla risposta alla nuova variante del Covid-19 – l’Italia (come Belgio, Olanda e Austria) ha sospeso i voli con la Gran Bretagna fino al 6 gennaio. Per i passeggeri atterrati ieri è stato reintrodotto l’obbligo di tampone, che era stato sospeso in seguito al Dpcm del 3 dicembre.

La variate isolata in Italia

La nuova variante della Sars-Cov-2 è già in Italia. A renderlo noto ufficialmente è stato il ministero della Salute diretto da Roberto Speranza, dopo l’anticipazione fornita in diretta dal Tg1. 

“Il dipartimento scientifico - si legge nella nota nel ministero della Salute - ha sequenziato il genoma del virus Sars-Cov-2 proveniente da un soggetto risultato positivo con la variante riscontrata nelle ultime settimane in Gran Bretagna”.

Il paziente e il suo convivente erano rientrati negli ultimi giorni proprio dal Regno Unito con un volo atterrato all’aeroporto di Fiumicino: sono in isolamento he hanno seguito tutte le procedure, insieme agli altri familiari e ai contatti stretti. Nel frattempo il ministro Speranza ha sottolineato che è“indispensabile il massimo coordinamento Ue sulle misure relative alla Gran Bretagna” perché “solo decisioni uniformi e condivise possono aiutarci a gestire al meglio la situazione fuori dall’emergenza di queste prime ore”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il virus mutato è più contagioso e può falsare l'esito dei tamponi: cosa c'è da sapere

AvellinoToday è in caricamento