rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Politica Grottaminarda

Sospeso il Consiglio Comunale di Grottaminarda, nominato il commissario prefettizio

Cade il sindaco Cobino a causa delle dimissioni presentate da otto consiglieri dell'Assise

Sospeso anche il Consiglio Comunale di Grottaminarda. Cade il sindaco Angelo Cobino, a causa delle dimissioni di ben otto consiglieri comunali facenti parte dell'Assise del comune irpino.

"Con provvedimento in data odierna, il prefetto ha sospeso il consiglio comunale di Grottaminarda, nominando la dott.ssa Rosanna Gamerra, vice prefetto, commissario prefettizio per la provvisoria amministrazione del comune in attesa che si perfezioni la procedura di scioglimento avviata a seguito delle dimissioni rassegnate da otto consiglieri comunali sui dodici assegnati all'ente" si legge nella nota emanata dalla Prefettura di Avellino in data odierna.

Situazione in bilico già da qualche giorno

La situazione politica nel comune irpino era divenuta instabile già da qualche giorno, come spiegato dall'ormai ex amministrazione comunale in una nota che, tuttavia, faceva emergere qualche segnale di ripresa: "Premesso che con lettera del 15 febbraio 2022 i Consiglieri Comunali Marisa Graziano, Rocco De Luca e Lucio Lanza hanno richiesto una verifica di maggioranza della maggioranza politico-amministrativa 'Concreti, Liberi, Forti, Grottaminarda Città' coordinata da Giovanni Ianniciello, considerato che nella relativa riunione di venerdì 18 febbraio è subito emerso che preliminarmente alla verifica si procedesse con l'azzeramento dell'intera Giunta composta dal Vicesindaco Marcantonio Spera e dagli Assessori Marilisa Grillo, Virginia Pascucci e Michele Cappuccio; che il Sindaco ha ampiamente e responsabilmente motivato di non procedere in questo modo, al fine di evitare un vuoto, con gravi conseguenze per la vita amministrativa impegnata con molte scadenze nel mese di febbraio e che pertanto non trovando una soluzione convergente, si è deciso un aggiornamento della riunione a lunedì 21 febbraio alle 19; constatato che nella suddetta data le posizioni dei due gruppi  ( Spera, Grillo, Pascucci da una lato e De Luca, Graziano e Lanza dall'altro) si sono confermate diametralmente opposte con evidenti, insormontabili, estremizzazioni (mantenimento assoluto da una parte e azzeramento totale dall'altra) senza il minimo cedimento, il Sindaco ha invitato a trovare una soluzione di conciliazione per non bloccare la discussione ferma su posizioni contrastanti per principio ed ha chiesto di riflettere qualche giorno, affinchè, nel rispetto degli impegni amministrativi dei documenti e della metodologia di lavoro si potesse giungere ad un punto di incontro per garantire, nel rispetto della dignità di tutti, funzionalità alla vita amministrativa. Mercoledì 23 febbraio si è svolto il terzo e definitivo incontro. Il Sindaco ha rivolto un ultimo accorato e razionale appello a trovare una possibile conciliazione tra i due gruppi per evitare chiusure, pregiudizi e preclusione ed individuare una dignitosa soluzione rispettosa delle donne e degli uomini dell'Amministrazione e soprattutto del buon funzionamento dell'attività governativa a servizio della Comunità. A questo punto il Sindaco, in assenza di aperture da parte dei due gruppi, ha avanzato una possibile proposta risolutiva, ha rivolto un caloroso invito alle Assessore Grillo e Pascucci di rinunciare un anno ciascuna alla funzione di Assessora ed assumere anche, temporaneamente, la carica di Capogruppo consiliare e di conferire all'attuale Capogruppo consiliare Graziano, la funzione di Assessora fino al termine della consiliatura. La proposta del Sindaco viene accettata dalla maggioranza dei riuniti e dunque sulla base di questa intesa il Sindaco nella giornata di oggi, giovedì 24 febbraio, nomina Assessora Marisa Graziano conservando le attuali deleghe; in questo primo anno Marilisa Grillo svolgerà la funzione di Capogruppo e Virginia Pascucci continuerà a svolgere la funzione di Assessora, ciascuna con le proprie deleghe di riferimento e tra un anno avverrà un cambio di alternanza tra Grillo e Pascucci".

La proposta di turnover per la Giunta Cobino è stata, tuttavia, neutralizzata dalle dimissioni presentate da otto consiglieri: quattro della maggioranza (Marcantonio Spera, Virginia Pascucci, Marilisa Grillo e Lucio Lanza) e quattro della minoranza (Rocco Lanza, Franca Iacoviello, Michelangelo Bruno, Doralda Petrillo).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sospeso il Consiglio Comunale di Grottaminarda, nominato il commissario prefettizio

AvellinoToday è in caricamento