rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Politica

Referendum, vince il "Sì": cosa cambia in Parlamento

La vittoria sul No è stata netta

Vince il “Sì”. Il taglio dei parlamentari, sostenuto con forza dal Movimento 5 Stelle, sarà realtà. A deciderlo gli oltre 46milioni di italiani chiamati alle urne. Il “Sì” si è imposto con una percentuale del 69,64 %, mentre il “No” ha conquistato solo il 30,36 %.

Cosa succede con la vittoria del “Sì”

Con la vittoria del Sì, la composizione del Parlamento cambierà a partire dalla prossima legislatura: il numero dei parlamentari alla Camera dei Deputati sarà ridotto da 630 a 400; al Senato invece da 315 a 200. Anche il numero dei parlamentari eletti all’estero verrà tagliato: saranno 8 e non più 12 i deputati e 4 e non più sei i senatori. Se vince il “Sì” i senatori a vita nominati saranno in numero di 5 al massimo. Muteranno anche i regolamenti di Camera e Senato soprattutto per le elezioni del CSM, del Capo dello Stato e dei giudici della corte costituzionale. Le funzioni di entrambe le camere restano le stesse.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Referendum, vince il "Sì": cosa cambia in Parlamento

AvellinoToday è in caricamento