Politica

Primavera Irpinia contro le restrizioni di De Luca: "Atto vile e insensibile"

La nota

Riportiamo una nota di Primavera Irpinia: "L'associazione culturale Primavera Irpinia, fondata da Sabino Morano, coordinata da Massimo Bimonte e diretta da Ettore de Conciliis, interviene in merito alla ordinanza numero 98 del 19 dicembre 2020 del presidente della regione Campania Vincenzo De Luca, considerata devastante per l' economia degli esercizi della ristorazione e dei bar oltre che oggettivamente illogica , irrazionale, arbitraria ed inutilmente afflittiva. Emettere un provvedimento restrittivo il giorno prima della sua entrata in vigore, allorquando, gli imprenditori della ristorazione, confidando in una seppur breve boccata d'ossigeno, almeno per soli quattro giorni, da domenica 20 a mercoledì 23 dicembre, avevano predisposto investimenti, approvvigionamento delle forniture e richiamo del personale, è stato un atto vile e assolutamente insensibile nei confronti delle ragioni della imprenditoria e dei lavoratori. Tutto ciò avviene mentre il governo centrale mette in campo provvedimenti confusionari e approssimativi, lesivi delle libertà dei cittadini. Provvedimenti di cui, in tutta sincerità si fatica a comprendere la logica se non quella facente riferimento ad una precisa volontà politica di attacco alla tradizione ed alle radicate consuetudini delle festività natalizie. L'associazione Primavera Irpinia è da sempre al fianco delle famiglie, dei cittadini, dei lavoratori e di quanti stanno patendo le decisioni e scelte illogiche e, peraltro, assolutamente congetturali di una classe dirigente impreparata e sprovveduta, la cui efficacia nel contenimento del contagio è tutta da dimostrare. Cambiare protocolli, colori e pratiche a giorni alterni è pura vessazione, non potendo comportare nessuna reale procedura clinica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primavera Irpinia contro le restrizioni di De Luca: "Atto vile e insensibile"

AvellinoToday è in caricamento