Venerdì, 19 Luglio 2024
Politica Pratola Serra

Pratola Serra, Aufiero: "Incandidabilità non è provvedimento definitivo, siamo solo al secondo grado di giudizio"

Le parole dell'ex sindaco: "Il provvedimento diverrà definitivo solo al termine del terzo grado di giudizio presso la Suprema Corte di Cassazione"

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota dell'ex sindaco di Pratola Serra, Emanuele Aufiero.

In merito alla questione “Incandidabilità” del sottoscritto e di Emanuele dichiarata dalla Corte di Appello di Napoli, teniamo a precisare che NON È ASSOLUTAMENTE UN PROVVEDIMENTO DEFINITIVO in quanto trattasi solo del secondo grado di giudizio. Il provvedimento diverrà definitivo solo al termine del terzo grado di giudizio presso la Suprema Corte di Cassazione, a cui RICORREREMO, così come previsto dall’art. 143 del Tuel comma 11 e dalla stessa ordinanza della Corte di Appello di Napoli che si allegano. Vi è di più: è ancora in essere il ricorso al Consiglio di Stato sullo scioglimento, la cui udienza di merito è stata fissata per il 6 Ottobre 2022… In ragione di questo NON VI E’ NESSUNA PRECLUSIONE ALLA POSSIBILITA’ DI CANDIDARSI ALLE PROSSIME ELEZIONI COMUNALI DI PRATOLA SERRA. Alla luce di quanto sopra precisato ANNUNCIAMO che alle prossime elezioni comunali di Pratola Serra SIAMO CANDIDABILI e CI CANDIDEREMO!!!!!!! Vogliamo anche precisare che in caso di elezione NON CI SARÀ NESSUNA DECADENZA dal ruolo ricoperto così come previsto dall’articolo 143 comma 11 del TUEL. Dopo aver chiarito esaustivamente questo concetto tecnico lasciamo una sottile riflessione: chi si propone all’elettorato di essere scelto per amministrare lo deve fare sulla base di un programma concreto e chiaro fondato sulle politiche sociali, sul territorio, sulle infrastrutture e tanto altro sempre nel pieno rispetto delle leggi e NON riporre “ogni” speranza di una “potenziale vittoria” nella presunta impossibilità di candidarsi del sottoscritto e di Emanuele. Perciò una proposta elettorale di questo tipo sarebbe davvero misera, inappropriata, incapace e, soprattutto, offensiva per l’intelligenza dei Pratolani. Infine, una volta per tutte, l’occasione è utile per esprimere con forza la totale estraneità nostra e di tutti gli altri componenti dell’amministrazione comunale precedente a qualsivoglia forma di ingerenza e/o pressioni della camorra avendo sempre operato nella massima legalità e nella piena trasparenza osservando attentamente e costantemente le leggi. Tutto ciò è stato ampiamente rappresentato e dimostrato al CdS (Consiglio di Stato) e così come sara’ portato a conoscenza dei cittadini tutti al più presto e in campagna elettorale. Restiamo fortemente fiduciosi nella sentenza del CdS (Consiglio di Stato), la cui udienza è fissata per il 6 Ottobre 2022, che ripristinerà le condizioni di verità e di giustizia. Ed ora non ci resta che augurare una serena e distesa campagna elettorale a coloro che ne prenderanno parte in maniera diretta nella veste di candidati auspicando che ognuno partecipi attivamente per riportare Pratola Serra entro i confini del rispetto, della coesione sociale e, soprattutto, della serenità e della tranquillità. Per troppo tempo Pratola Serra è stata lacerata da tensioni e da conflitti sociali che hanno inasprito i rapporti interpersonali: speriamo vivamente che, d’ora in poi, ognuno di noi sia costruttore di un rinnovato e sereno clima sociale nel rispetto delle diversità di pensiero e di collocazione politico-amministrativa. In bocca al lupo a tutti!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pratola Serra, Aufiero: "Incandidabilità non è provvedimento definitivo, siamo solo al secondo grado di giudizio"
AvellinoToday è in caricamento