rotate-mobile
Politica

Minacce in Consiglio Comunale, le scuse di Maggio a Todisco: "Mi sono abbandonato ad espressioni non mie"

Di seguito una dichiarazione del presidente del Consiglio, Ugo Maggio, in relazione a quanto avvenuto nel Consiglio comunale del 23 gennaio

Di seguito una dichiarazione del presidente del Consiglio, Ugo Maggio, in relazione a quanto avvenuto nel Consiglio comunale del 23 gennaio. «Rispetto a quanto accaduto in Consiglio comunale nella tarda serata di ieri, da Presidente dell’assise, professionista e cittadino di Avellino, sento di porgere le mie più sincere scuse all’amico Francesco Todisco, ai consiglieri tutti ed alla città. Dopo molte ore di Consiglio comunale, e dopo essere stato oggetto di ripetuti e durissimi attacchi, soltanto per essermi impegnato far rispettare il regolamento consiliare, probabilmente anche a causa della stanchezza, mi sono purtroppo abbandonato ad espressioni che in nessun modo fanno parte della mia maniera di parlare, di pensare e di agire. La mia storia personale e politica testimonia meglio delle parole che condanno da sempre ogni forma di violenza, sia fisica che verbale, e che nutro profondo rispetto per l’altrui opinione e per tutti i rappresentanti politici presenti all’interno del Consiglio comunale o esterni ad esso».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce in Consiglio Comunale, le scuse di Maggio a Todisco: "Mi sono abbandonato ad espressioni non mie"

AvellinoToday è in caricamento