Pasquale Giuditta: "Noi la vera novità del centrosinistra"

Si presenta la lista Centro Democratico-Scelta Civica. Alaia: "I consiglieri regionali uscenti hanno fatto le vacanze a Napoli". Buono: "Regione lontana". D'Agostino: "A noi di Scelta Civica ci tocca un posto in Governo nazionale"

Due partiti in uno. Centro democratico rappresentato da Pasquale Giuditta e Scelta Civica di Angelo D'Agostino fianco a fianco per rappresentare la novità tra i cespugli del Partito Democratico.

"Siamo noi a fare la differenza, siamo noi la vera novità di questa campagna elettorale" annuncia Pasquale Giuditta, sindaco di Summonte, che ha sudato non poco per trovare l'intesa ed allestire una lista competitiva.

"Abbiamo voluto dare spazio a persone impegnate ogni giorno nel sociale. Proponiamo una nuova classe dirigente. La nostra sarà la casa dei moderati, una casa utile al centro-sinistra. Il Pd da solo non ce la fa". Per vincere contro Caldoro c'è la necessità di allargare la coalizione. De Luca l'ha fatto, accogliendo tra le proprie braccia addirittura Ciriaco De Mita. Un nome che non scompone Giuditta, semmai sta più stretto a D'Agostino visto che tra i due non c'è mai stato tanto dialogo.

D'Agostino fa un discorso più politico, da due anni rappresenta l'Irpinia in Parlamento. "Sosteniamo Renzi in modo leale, a differenza di alcune frange del Pd. Per questo pretendiamo rispetto e presto, ci è stato garantito, ci sarà un altro nostro rappresentante nel Governo". Sogna di diventare ministro o sottosegretario, chissà? Lo spazio poi è tutto per i candidati. La docente Serafina Trofa spiega: "ho accettato la candidatura perchè voglio il cambiamento. C'è bisogno di una nuova stagione. Caldoro non ha creato sviluppo". Anche Rossella Fierro, proveniente dal mondo sociale vuole mettere a servizio della gente il suo impegno. Una chicca: è una maestra di sci e il suo impegno sarà soprattutto per far sviluppare il Laceno.

Per le quote uomini si punta sull'esperienza e sull'usato sicuro. Da Antonio Buono ex sindaco di Taurasi e tra i maggiori imprenditori nel settore vitivinicolo si scaglia contro la Regione: "in cinque anni è stata incapace di programmare e di realizzare".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine il plurivotato alle elezioni provinciali Enzo Alaia che spera di ripetere l'exploit, questa volta in campo regionale: "i consiglieri uscenti hanno fatto i turisti a Napoli. C'è bisogno di un cambio di passo. La mia segreteria politica è il marciapiede. Lì ascolto la gente, faccio interviste e focalizzo la reale dimensione".​Occorre impegno, passione, costanza e determinazione. E' questo l'unico modo per risolvere i problemi. A mandare questo governo regionale a casa ci penserà la gente, non i partiti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pericolosità ibuprofene e utilità vitamina C, la Farmacia Capozzi fa chiarezza

  • Coronavirus in Irpinia: ecco la mappa aggiornata, Comune per Comune, al 26 marzo 2020

  • La 3DRap di Mercogliano trasformerà maschere da sub in ventilatori

  • Coronavirus, l'aggiornamento della Protezione Civile: "Sono 62.013 i positivi, in Campania 1.169"

  • Ad Avellino il lievito sospeso, in regalo a chi ne ha bisogno

  • Coronavirus, chiudono i benzinai: "Siamo in ginocchio"

Torna su
AvellinoToday è in caricamento