menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ciriaco De Mita: "Metterò insieme le menti pensanti con idee diverse"

Nella visita elettorale a Montoro il leader dell'Udc apre al primo cittadino Mario Bianchino per tracciare un percorso in comune e risponde: "Sono certo che troveremo una intesa per il bene delle aree interne"

Ciriaco De Mita, in occasione della tappa di Montoro dell’Unione di Centro, rivolgendosi al sindaco Mario Bianchino, esponente del Pd, non manca di manifestare la propria stima nei suoi confronti e di aprire ad un progetto comune. "Fino ad ora, ho visto una campagna elettorale basata sulla stupidità. Questa volta, invece, percepisco tanta voglia di partecipare, persone attive, che nonostante una cultura politica diversa, vogliono ritrovarsi, cercando di riscoprire il senso di comunità".

"Dopo le regionali lavorerò per conservare la democrazia rappresentativa, per mettere insieme tutte quelle persone che pensano. Il Pd odierno non rappresenta tutto ciò. Io non ho la pretesa di rivolgermi ad un elettorato tradizionale, ma a tutte quelle persone che intendono confrontarsi. Ho sempre chiesto agli altri di dialogare e non di cambiare squadra".

Il sindaco di Nusco rimarca le ragioni dell’intesa con De Luca. "La Regione così com’è non funziona. Io ritengo che bisogna rivedere le funzioni. Il centrodestra non ha capito il ruolo dei Comuni, veri protagonisti".

Mario Bianchino, sindaco di Montoro, ringrazia l’ex presidente del Consiglio dei Ministri per la tappa nella Valle Irno Solofrana. "Avere De Mita è un onore per la comunità. Oltre i partiti, ci troviamo di fronte ad una persona intelligente che vuole risolvere i problemi. Il legame con il territorio non è una questione di competizione elettorale. Sono certo che riusciremo a collaborare ed a trovare una convergenza per il bene delle aree interne".

Maurizio Petracca, candidato al consiglio regionale della Campania, presenta le priorità dell’intesa con il centrosinistra. "A differenza dei trasformisti e dei veleni, stiamo andando in giro per dire cosa vogliamo fare. Essendo moderati abbiamo posto la questione Irpinia, ovvero distribuire le risorse comunitarie dalla Regione ai Comuni.  La progettualità deve diventare una prerogativa locale, riorganizzando i servizi, partendo proprio dal Ptcp, attraverso un piano industriale in grado di garantire lavoro".

Maria Rosa Lepre, aspirante consigliere per l’Udc, chiarisce le ragioni della sua discesa in campo. "Sono candidata perché ho fiducia nelle istituzioni e sono certa che riusciranno a fermare la fuga dei cervelli, a riunire le imprese e favorire uno sviluppo sostenibile. Mi adopererò per la collettività in modo da superare la burocrazia, migliorare il servizio sanitario e promuovere un sistema che accompagna i malati anche al di fuori delle strutture ospedaliere". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento