rotate-mobile
Elezioni

Elezioni, Forza Italia lancia Franciosa e De Angelis: "In gioco per restituire dignità all'Irpinia"

La presentazione dei candidati al Senato alla presenza dell'on. Adinolfi: "Inutile fare la politica delle anime belle e dei radical chic, c'è bisogno di chi sa cosa significa pagare una bolletta"

Presso il Circolo della Stampa di Avellino, i candidati al Senato di Forza Italia, Giuliana Franciosa e Carmine De Angelis, hanno incontrato i giornalisti per illustrare il programma da attuare in regione e, in particolare, nelle aree interne.

Franciosa: "Ci mettiamo in gioco per difendere questo territorio e una Regione allo sbando"

"Con il taglio dei parlamentari e con la riforma che c'è stata, questa tornata elettorale può rappresentare l'occasione utile per avere un rappresentante irpino" dichiara Giuliana Franciosa, candidata per Forza Italia al Senato della Repubblica in Campania 1 e Campania 2. "Ci mettiamo in gioco per difendere questo territorio e ridargli quella dignità che ha perso da troppo tempo. Una Regione che, ormai, è commissariata, allo sbando, senza più servizi essenziali, senza più sanità, senza più ogni cosa. È arrivato il momento di riprenderci ciò che ci tocca".

In merito alle aree interne: "Ci sarebbe da fare molto. Ho puntato su questo tema, in quanto, per arrivare dal mio paese di origine, Paternopoli, al primo presidio ospedaliero ci vuole circa un'ora. Chi ha un infarto, ad esempio, rischia quasi di morire per raggiungerlo. Bisogna ricominciare a dare servizi alle aree interne, a ripopolarle, investendo di più, attraverso servizi e azioni concrete".

"Le candidature sono sempre criticate. Da chi? Da chi non è stato candidato" aggiunge la Franciosa, rispondendo a qualche polemica sorta sui profili scelti per la campagna elettorale. "Io non ho mai criticato chi lo è stato prima di me. Ritengo, in ogni caso, che Forza Italia sia una squadra e come tale deve andare sempre unita alle elezioni. Mi aspettavo, magari, maggiore supporto anche da chi non è in corsa per queste elezioni. Così non è stato, ma va bene ugualmente".

E, sugli enti di servizio: "Spero che nessuno si lasci strumentalizzare da un politico, piuttosto che da un altro. Gli enti tutti sono a servizio dei cittadini e così dovrebbe sempre essere".  

Elezioni, Forza Italia lancia Franciosa e De Angelis: "In gioco per restituire dignità all'Irpinia"

De Angelis: "Occorre razionalizzare i fondi europei su alcuni assi, i piccoli comuni devono fondersi per accedere ai finanziamenti"

"La nostra attenzione, rivolta alle aree interne, riguarda le infrastrutture materiali e immateriali, la fiscalità di vantaggio e una serie di agevolazioni per quanto riguarda le imprese che investono sui giovani" afferma Carmine De Angelis. "Questo può essere fatto grazie al PNRR attraverso delle 'misure sponda': cioè, una serie di assi, evitando tutto ciò che è stato fatto con i bandi e che ha creato persino un danno per i singoli enti che non hanno né il personale, né la qualità per farlo. Occorre razionalizzare i fondi europei su 4-5 assi, tra cui la green comunity e la rigenerazione urbana".

Sul ruolo che i piccoli comuni possono avere in termini di finanziamenti europei: "Io sono sempre stato del parere che i piccoli comuni devono fondersi. È un processo di razionalizzazione profonda che riguarda le riforme istituzionali, tra cui quella dell'elezione diretta del Presidente della Repubblica. Accanto a ciò, bisogna pensare a un nuovo federalismo e all'idea che fondere i comuni significa creare una fiscalità dal basso e consentire alle comunità che vanno verso la fusione di azzerare IRPEF, TARI o tutto ciò che riguarda l'imposta complessiva comunale. Questo è incentivo per produrre non dall'alto, ma dal basso il processo di fusione dei comuni. Perché fusione? Perché i bandi richiedono unità dimensionali oltre i 5-10mila abitanti, l'Irpinia è fatta in modo pulviscolare e non riuscirebbe ad accedere a fondi riguardanti, ad esempio, le risorse idriche. Sotto questo punto di vista ci siamo mossi fin dal 2014 con l'Area Vasta di Avellino, mettendo insieme 45 comuni per aderire a un progetto e, proprio grazie a quest'adesione, abbiamo avviato il bando 'Green Community' del Ministero degli Affari Regionali".

Sugli attacchi politici a Gianfranco Rotondi e Giulia Cosenza: "Se vogliamo iniziare a fare una guerra, non rispondiamo alle esigenze dei territori, e quindi a cose concrete. Non solo: quando questi attacchi provengono da chi ha gestito, e sta ancora gestendo, da oltre vent'anni, questa Regione, ovvero da coloro che hanno prodotto un depauperamento dal punto di vista delle infrastrutture, sia nei trasporti che nella sanità, significa davvero fare semplice pettegolezzo e non arrivare alla sostanza delle cose. Non mi pongo il problema delle posizioni, perché la gente ci chiede risposte sui temi".

Adinolfi: "Inutile fare la politica delle anime belle e dei radical chic, c'è bisogno di chi sa cosa significa pagare una bolletta"

Presente, all'incontro con la stampa, anche l'On. Isabella Adinolfi: "Le candidature presentate da Forza Italia in Irpinia sono persone concrete, che conoscono i problemi della comunità. Inutile fare la politica delle anime belle e dei radical chic. C'è bisogno, al contrario, di persone che sappiano cosa vuol dire pagare una bolletta e fare impresa. Veniamo da una Regione che è bellissima ma, ahimè, anche disgraziata, e dobbiamo fare il possibile per rilanciarla e per far sì che i giovani non debbano abbandonarla".

Dal Movimento 5 Stelle a Forza Italia, la Adinolfi spiega la scelta del cambiamento: "Non rinnego quello che il M5S mi ha insegnato. Soprattutto, debbo molta riconoscenza a Gianroberto Casaleggio, il quale ci ha insegnato quanto fosse necessario proteggere l'impresa. Ritengo che Forza Italia sia, in questo momento, il partito che sappia di più quali sono le difficoltà degli imprenditori, giovani e anziani. In particolare, con i prezzi dell'energia così alti, c'è bisogno di avere il polso della situazione per aiutare tutti i possessori di Partita IVA e tutti gli imprenditori che sono stati danneggiati per più di un anno e mezzo a causa della pandemia. Senza impresa non c'è lavoro, e senza lavoro non c'è dignità".

Vecchione: "Noi gli unici a presentare volti nuovi, necessario valorizzare l'Irpinia a livello nazionale"

"Possiamo affermare con certezza che, nella nostra provincia, guardando i candidati degli altri partiti, siamo stati gli unici a presentare volti nuovi" conclude Anna Maria Vittoria Vecchione, coordinatrice cittadina di Forza Italia. È necessario che il nostro territorio, attraverso le figure di Franciosa e De Angelis, venga nuovamente valorizzato a livello nazionale, avendo appurato che la politica sinistroide ha determinato l'abbandono totale di Avellino e provincia, a partire dal governo regionale, fino ad arrivare a quello nazionale, senza tener conto di quello locale e cittadino".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, Forza Italia lancia Franciosa e De Angelis: "In gioco per restituire dignità all'Irpinia"

AvellinoToday è in caricamento