menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni provinciali, record di Tuccia: un consigliere non vota per sé

Nelle segreterie politiche si analizza il voto post provinciali: tra sorprese, tradimenti e conferme

Nelle segreterie politiche si analizza il voto post provinciali. Il Partito Democratico fa registrare la migliore performance riportando in consiglio a suon di preferenze Luigi Tuccia di Atripalda che risulta tra i più votati tra tutti i candidati dei sei schieramenti. Rientrano in consiglio anche Caterina Lengua e Gianluca Festa, new Vito Farese e Enza Ambrosone.

Secondo partito si attesta Moderati per l’Irpinia e conferma i due seggi di due anni fa. Rientra in consiglio Girolamo Giaquinto che di poco supera Franco Di Cecilia per il primato interno alla lista (entrambi di Forza Italia). Resta fuori, ed è l’unico consigliere ricandidatosi e bocciato da sindaci e consiglieri Vincenzo Moschella di Atripalda. Nessun eletto per i movimenti e/o altri partiti di centrodestra.

Pesa sulla lista (e anche per non essere scattato il terzo seggio) il voto non espresso dal consigliere di Avellino, Nicola Battista, che ha sancito la rottura definitiva con i berluscones.

Nell’Unione di Centro sorridono per aver centrato due seggi e migliorato rispetto a due anni fa. Entra Vito Pelosi, sindaco di Serino e riconfermato Luigi D’Angelis che per 16 voti (l’espressione di un consigliere in un qualunque comune dell’Irpinia) ha la meglio su Costantino Giordano, supportato dalla sua maggioranza di Monteforte ma meno dal partito che l’ha candidato.

Vera sorpresa è Proposta Civica che grazie ai giochi dei resti conquista due seggi. Entrano Fausto Picone di Candida e Marino Sarno di Volturara.

Un solo seggio per Avellino Popolare. Eletto Giovanni Romano di Grottaminarda supportato dal progetto civico di Dino Preziosi e dei piccoli comuni capitanato da Carmine De Angelis, sindaco di Chiusano. Si lecca le ferite Pietro Foglia per non aver eletto la sua rappresentante: Filomena Del Gaizo resta fuori.

Dato curioso: il candidato Genuino di Meo di Volturara non si vota.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona Rossa, la precisazione della Regione Campania

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento