Edilizia scolastica/ Famiglietti (Pd): “36 milioni per l'Irpinia”

L'avvio della programmazione nazionale di edilizia scolastica 2015-2017, attraverso la quale, per il 2015, sono stati sbloccati a livello nazionale oltre 900 milioni di euro che serviranno a finanziare circa 1300 interventi.

famiglietti

“Lo sblocco delle risorse per l’edilizia scolastica rappresenta una buona notizia per molti comuni della Campania ed un chiaro segnale dell’impegno del Governo, aldilà delle strumentalizzazioni, sul tema della scuola e sul miglioramento delle strutture che ospitano i nostri ragazzi” l’onorevole Luigi Famiglietti commenta così l’avvio della programmazione nazionale di edilizia scolastica 2015-2017, attraverso la quale, per il 2015, sono stati sbloccati a livello nazionale oltre 900 milioni di euro che serviranno a finanziare circa 1300 interventi.

Di questi, oltre 91 milioni saranno destinati alla realizzazione di nuove scuole e alla manutenzione e ristrutturazione di edifici esistenti in Campania. Queste risorse vengono dal cosiddetto “decreto mutui” del gennaio scorso; grazie al quale le regioni potranno accendere, con oneri di ammortamento a carico dello Stato, mutui agevolati con la Bei (Banca europea per gli investimenti) o la Cassa depositi e prestiti. Nella provincia di Avellino, per il primo anno, saranno attivati 19 interventi per oltre 36 milioni di euro.“La programmazione riguarda importanti investimenti sotto molti punti di vista- spiega il deputato Famiglietti-; in primo luogo per migliorare la qualità degli edifici in cui i nostri ragazzi si formano e sono lavori che daranno opportunità a molte imprese, altro aspetto molto importante in un momento in cui il Paese sta lentamente tornando alla crescita economica”.

Dopo la firma definitiva al piano triennale 2015-2017 avvenuta nei giorni scorsi, ora le Regioni potranno stipulare i mutui e i comuni potranno anche firmare i contratti di appalto con le imprese (sempre che abbiano già espletato la gara e fatto l’aggiudicazione). Soldi che saranno anche una boccata d’ossigeno per gli enti locali, alle prese con oggettive difficoltà legate al rispetto del patto di stabilità

1 MONTORO   €    2.565.530,55 

2 ARIANO IRPINO  €     4.996.500,00 

3 NUSCO   €    1.213.185,45 

4 TEORA   €    2.873.538,52 

5 ROTONDI   €  1.350.000,00 

6 TAURANO   € 999.789,13 

7 PAGO DEL VALLO DI LAURO   €   1.481.831,51 

8 FORINO   €  1.500.000,00 

9 LAURO   €   4.999.707,71 

10 CANDIDA   €   1.496.800,00 

11 PRATOLA SERRA   €  1.493.151,40 

12 LAPIO   €   1.471.869,00 

13 GRECI   €    500.000,00 

14 FLUMERI   €    1.680.000,00 

15 PIETRADEFUSI   €   2.760.458,43 

16 SANTA PAOLINA   €   1.500.000,00 

17 VOLTURARA IRPINA   €   1.494.425,60 

18 FRIGENTO   €      979.000,00 

19 CASTEL BARONIA €    1.180.000,00 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Totale  €  36.535.787,30

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pericolosità ibuprofene e utilità vitamina C, la Farmacia Capozzi fa chiarezza

  • Coronavirus in Irpinia: ecco la mappa aggiornata, Comune per Comune, al 26 marzo 2020

  • La 3DRap di Mercogliano trasformerà maschere da sub in ventilatori

  • Coronavirus, l'aggiornamento della Protezione Civile: "Sono 62.013 i positivi, in Campania 1.169"

  • Ad Avellino il lievito sospeso, in regalo a chi ne ha bisogno

  • Coronavirus, chiudono i benzinai: "Siamo in ginocchio"

Torna su
AvellinoToday è in caricamento