rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Politica

Dichiarato decaduto il consiglio comunale di Senerchia, la maggioranza insorge: "Adriano Mazzone è il sindaco"

"Abbiamo appreso - continuano nella nota - che con una sentenza, che definiamo più che assurda, il tribunale civile, su ricorso dei soliti noti, ha sancito la decadenza del Sindaco"

“Adriano Mazzone è il sindaco di Senerchia, lo hanno scelto i cittadini con il voto libero e consapevole” affermano con convinzione in una nota i consiglieri comunali e gli attivisti della lista civica Salviamo Senerchia, compagine che ha vinto le ultime elezioni amministrative nel piccolo borgo irpino con più del 55% dei voti su tre liste. 

“Come consiglieri comunali del gruppo Salviamo Senerchia,  ma ancor di più come senerchiesi, vogliamo esprimere tutta la nostra solidarietà e la nostra vicinanza al Sindaco Adriano Mazzone, democraticamente scelto, con una vittoria schiacciante che non lascia alcun dubbio, il 4 ottobre del 2021 e che qualcuno prova a scalzare attraverso kafkiane cause amministrative”. Scrivono i consiglieri Debora Grillo, Donatella Mazzone, Concetta Varalla, Mino De Vita, Alessandro Marzullo, Pietro Trimarco, Christian Grillo e i candidati Debora Grillo, Anastasia Gasparro e Mario D’Ambrosio. 

“Abbiamo appreso - continuano nella nota - che con una sentenza, che definiamo più che assurda, il tribunale civile, su ricorso dei soliti noti, ha sancito la decadenza del Sindaco. In questo momento siamo convinti che in appello la magistratura possa porre rimedio a questa ingiustizia che sovverte la scelta democratica. Per questo siamo pronti a firmare, insieme con i nostri tanti elettori, il ricorso di appello per annullare una sentenza che svilisce e offende la libera scelta di una comunità che ha, con convinzione, deciso di riprendersi il futuro che, per troppi anni, i vecchi amministratori avevano offuscato con una gestione a dir poco fumosa della cosa pubblica”. 

“Quello che stiamo vivendo oggi è l’apice di uno scontro portato avanti da chi ha sempre utilizzato l’ente comunale per soddisfare le logiche personali, di chi quando era sindaco ha instaurato procedimenti amministrativi ad personam ed illegittimi per colpire Adriano Mazzone al fine di creare una lita pendente tra il Professore e il Comune. 

Siamo convinti che questa situazione, creata ad arte da chi non accetta le sconfitte, faccia male alla nostra comunità e al nostro futuro. Ma come sempre siamo pronti ad affrontare ogni tipo di lotta senza mai tirarci indietro e senza mai chinare il capo davanti alle prepotenze si politiche che giudiziarie”

“Siamo scesi in campo al fianco del Sindaco Adriano Mazzone con passione e convinzione ad ottobre scorso per costruire il futuro della nostra comunità. Siamo pronti ora, con la stessa convinzione e con maggiore forza, a qualsiasi sfida che sia giudiziaria o elettorale”

“Nessun giudice può sovvertire i processi democratici e nessuno sconfitto, per quanto represso e frustrato, può immaginare di cambiare la storia di Senerchia a suon di carte bollate” 

“I senerchiesi il 4 ottobre 2021 hanno scelto di percorrere un percorso collettivo che porta Senerchia su una strada di trasparenza, onesta, rinascita e competenza

Da quel percorso NON SI TORNA INDIETRO. Non lo permetteremo. 

Noi siamo qui, al fianco del Sindaco Adriano Mazzone che merita di svolgere in piena libertà il ruolo che i senerchiesi gli hanno affidato. 

È UN MOMENTO DI LOTTA E NOI SIAMO ABITUATI A LOTTARE SEMPRE

PER SENERCHIA 

PER I SENERCHIESI

PER IL NOSTRO FUTURO 

SEMPRE AL FIANCO DEL SINDACO ADRIANO MAZZONE

SALVIAMO SENERCHIA, ANCORA UNA VOLTA, FACCIAMOLO INSIEME”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dichiarato decaduto il consiglio comunale di Senerchia, la maggioranza insorge: "Adriano Mazzone è il sindaco"

AvellinoToday è in caricamento