rotate-mobile
Politica Aiello del Sabato

“Cronaca di una frana annunciata”: la denuncia del gruppo consiliare Progetto Aiello

“La cosa più semplice è spendere soldi dei cittadini, ma è da irresponsabili è spenderli male”

La nota del gruppo consiliare "Progetto Aiello":

La cosa più semplice è spendere soldi dei cittadini, ma è da irresponsabili è spenderli male.
Cosa altro ci si poteva attendere dopo aver messo uno strato di asfalto su una frana in corso? E’ quanto è accaduto in Costa Anitra ad Aiello.

Ad ottobre dello scorso anno avevamo chiesto di fare una verifica di tenuta delle strade, soprattutto di quelle fuori dal centro abitato.
Verifica necessaria per evitare i rischi, prevenire situazioni di pericolo e ridurre i costi di successivi interventi.

Abbiamo dovuto sollecitare più volte una risposta. Poi è arrivata la risposta: tutto ok, tutto sotto controllo: "Le strade comunali fuori dal centro abitato sono oggetto di costante monitoraggio" e si provvede a regolare manutenzione! Questo il contenuto di una comunicazione inviata al gruppo consiliare Progetto Aiello.

A Costa Anitra sono stati fatti diversi interventi di sistemazione negli ultimi mesi, fino a circa un mese fa quando è stato messo uno strato di asfalto per coprire l'inizio di frana che si stava verificando. Ora la strada è letteralmente crollata ed necessario intervento di contenimento strutturale della stessa.

Intervenire in caso di urgenza aggrava la situazione e aumenta i costi. Oltre a tutti i soldi  già spesi per interventi inutili. A questa amministrazione e a questo sindaco evidentemente poco importa se le cose sono fatte bene o male. Basta avere a disposizione una foto da postare, un annuncio, le nomine dei parenti, un buffet da offrire, il tutto con aggravio di spesa sul bilancio comunale. 

Ed il gioco è fatto. Sulla pelle dei cittadini. E cosa importa se un Tribunale giudica illegali gli atti emanati, cosa importa se la Prefettura ammonisce i comportamenti tenuti. Cosa importa se vengono violati i regolamenti comunali a garanzia di tutti. Cosa importa se si tenta di comprimere i diritti della minoranza.
Ci sarà sempre un nuovo progetto da annunciare, poi da approvare, da appaltare,  da completare, poi da riapprovare e magari da rifare perché eseguito con approssimazione.
Come per Costa Anitra: posa di un manto di asfalto su un fondo stradale con frana in atto.
Chi ne risponderà? Per ora i cittadini, con soldi propri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Cronaca di una frana annunciata”: la denuncia del gruppo consiliare Progetto Aiello

AvellinoToday è in caricamento