rotate-mobile
Politica

Crisi energetica, De Luca: "Difendere i propri interessi non è né optional, né tradimento di alleanze"

Le parole del Presidente della Regione Campania: "L'Italia non può mettere in ginocchio un tessuto produttivo sull'altare di una guerra che non si sa come va a finire"

In occasione del punto odierno con la stampa, il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca si è soffermato sulla guerra in Ucraina e, in particolare, sul tema della crisi energetica: "Ci troviamo in una situazione delicata e, onestamente, credo che in Italia ci sia una sottovalutazione del problema. Abbiamo un problema di fornitura, di tempi, di costi. Ora, detto con molta franchezza, l'Italia non è in grado di risolvere il problema prima di due-tre anni. Da qui dobbiamo utilizzare le risorse energetiche che abbiamo, tutto il resto sono chiacchiere. Io credo che dobbiamo avere la forza politica e il coraggio di dire, con grande chiarezza, che l'Italia non può mettere in ginocchio il proprio sistema produttivo sull'altare di un conflitto di cui non si capisce bene l'esito. Difendere gli interessi nazionali non è né un optional, né un tradimento di chissà quali alleanze: è semplicemente il dovere del governo italiano. Questo è l'orientamento della Regione Campania".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi energetica, De Luca: "Difendere i propri interessi non è né optional, né tradimento di alleanze"

AvellinoToday è in caricamento