menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Consiglio Comunale, è bagarre sulla Commissione Opere Incompiute: la maggioranza lascia l'aula

E' scontro in aula sulla designazione dei membri, seduta sospesa

Torna il Consiglio Comunale a Palazzo di Città e, con esso, il dibattito sulla Commissione Speciale Opere Incompiute. Il primo punto all'ordine del giorno, proposto dal consigliere Luigi Urciuoli, è stato ampiamente discusso in aula consiliare, dopo il ritiro della pratica dello stesso Urciuoli nell'ultima seduta del 27 dicembre. Non sono mancate, neanche in quest'occasione, le polemiche tra i componenti della seduta, riguardanti la designazione dei 15 membri della Commissione, con l'abbandono dell'aula da parte di tutti i consiglieri della maggioranza.

Le polemiche sulla composizione della Commissione

Dopo un'ampia discussione dei gruppi, la seduta aveva inizialmente individuato una proposta sulla composizione della Commissione. Ma, dopo la comunicazione dei 15 membri (9 di maggioranza e 6 di opposizione), Urciuoli ha sollevato una polemica sull'inserimento del suo nominativo quale componente della maggioranza della Commissione: entrato in Consiglio Comunale in qualità di candidato più votato del Movimento 5 Stelle, il consigliere ha reclamato di dover essere inserito tra i membri dell'opposizione e che la sua inclusione nel novero della maggioranza costituiva una violazione allo statuto. 

Per risolvere tale questione, la maggioranza ha proposto la linea del voto segreto (passata ai voti), attraverso la quale i 9 componenti della maggioranza e i 6 dell'opposizione con il maggior numero di preferenze avrebbero fatto parte della Commissione.

Al termine della votazione, i componenti definitivi della Commissione risultavano essere: Luigi Urciuoli, Gerardo Melillo, Gennaro Cesa, Alessandra Iannuzzi, Mirko Petrozziello, Gabriella D'Aliasi, Antonello De Renzi, Francesca De Vito e Giovanni Cucciniello, eletti dalla maggioranza; Dino Preziosi, Nicola Giordano, Marietta Giordano, Francesco Iandolo, Ettore Iacovacci e Ferdinando Picariello, designati dall'opposizione. Gli stessi 15 membri individuati in prima istanza.

Alla lettura dei membri scelti dalla maggioranza, Preziosi si è scagliato contro il sistema di votazione, in base al quale Urciuoli ha partecipato alla votazione in qualità di consigliere di opposizione, venendo, tuttavia, designato dalla maggioranza quale uno tra i nove suoi rappresentanti della Commissione. Da qui l'ultimatum: invalidità della votazione, o dimissioni di tutti i membri dell'opposizione dalla Commissione. Urciuoli ha risposto con veemenza, sostenendo che è un problema della maggioranza quello di aver scelto un componente in più dell'opposizione.

Nel bel mezzo della discussione, è intervenuta Giovanna Vecchione, consigliere di maggioranza che, dopo aver attaccato l'opposizione in merito a presunti comportamenti scorretti che avrebbero condizionato le ultime sedute, ha annunciato l'abbandono dell'aula da parte della maggioranza. Seduta, dunque, sospesa.

Le dichiarazioni di Urciuoli sulla Commissione

Nel corso della discussione antecedente alla votazione, Urciuoli ha sottolineato l'importanza che riveste tale commissione:

"In maniera ufficiosa, avevamo già stabilito il 7 ottobre scorso di istituire questo dibattito. La Commissione Speciale è importante non solo perché lo prevede lo Statuto, ma consente inoltre a tutte le forze politiche e a tutti i gruppi di partecipare. Paradossalmente, il numero così elevato di componenti consente un miglior funzionamento della Commissione, in quanto si evitano situazioni che spesso si verificano in altre commissioni, dove il numero è più esiguo e basta l'assenza di un consigliere in più per far sì che la commissione non possa riunirsi".

Il consigliere ha rivolto, inoltre, un appello anche alla stampa locale:

"Il ruolo fondamentale che deve rivestire la stampa è quello di seguire le attività di questa commissione, in particolare indagare su che cosa è successo in questi anni e quali sono state le difficoltà che hanno ritardato il completamento di alcune opere".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento