Consiglio comunale, approvato il piano di riequilibrio

Il piano per risolvere la complicatissima questione

Piano di Riequilibrio. L’Assessore alle Finanze, Enzo Cuzzola, espone il secondo e importantissimo punto all’ordine del giorno:  

“All’interno del dissesto rientra il maggior disavanzo di 5 milioni di euro e debiti fuori bilancio per oltre 12 milioni di euro. Alcuni di questi importi, come, ad esempio, la Piscina Comunale, possono essere spalmati con il Credito Sportivo. L’obiettivo di questa Amministrazione è chiudere il piano in sette anni.  L’Ufficio Tributi è sottodimensionato ma le nostre comunicazioni con il sindaco sono costanti e siamo sempre a lavoro per migliorare. Occorre capire che basta migliorare la riscossione del 10% per raggiungere tutti gli obiettivi. Scommettiamo sui Tributi e, a questo punto, potrebbero esserci dei margini per evitare di dismettere il Patrimonio, se non addirittura di investire. Siamo chiamati, entro 10 anni, a restituire il fondo di rotazione, il piano è, quindi, articolato in 10 anni. Votare il piano è una scelta”.  

Esattamente come al punto precedente, l'opposizione ha deciso di abbandonare l'aula. Il Piano di Riequilibrio è stato approvato. Con la Maggioranza che vota 20 SI, Avellino corre veloce verso il predissesto. Per i prossimi 10 anni tasse alle stelle. L’ultima parola sulla manovra, adesso, spetta alla Corte dei Conti.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Migliori pizzerie ad Avellino e Provincia, ecco la nostra nuova "Top ten"

  • Tragedia in autostrada, morto un irpino e la figlia di 6 anni

  • Incendio Pianodardine: l'Asl vieta raccolta e consumo di frutta, verdura, acqua, latte e uova

  • Incendio ad Avellino, risarcimento danni per i residenti

  • Matrimonio "falso" in Irpinia: lo sposo non è ancora divorziato

  • Incendio Pianodardine, ecco la prima relazione Arpac sulla qualità dell’aria

Torna su
AvellinoToday è in caricamento