rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Politica

Carlo Calenda fa tappa ad Avellino: "Sosterremo Angelo D'Agostino alle elezioni provinciali"

Il leader di "Azione", ospite del capoluogo irpino, dichiara: “I parlamentari non servono, occorrono consiglieri comunali e sindaci”

Nella giornata di oggi, il Comitato provinciale di Avellino in Azione ha accolto Carlo Calenda; giunto in Irpinia per far conoscere anche alla regione Campania la continua crescita del movimento:

“Occorre un commissariamento diretto da parte del governo nei confronti delle opere di natura infrastrutturale. Allo stesso modo, occorre un monitoraggio molto attento di ciò che propongono le regioni. In Italia i fondi ordinari - quindi non i fondi europei straordinari del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza - sono circa 12 miliardi l'anno e noi mediamente ne utilizziamo la metà. Dal 22 in poi dovremmo spendere 50 miliardi di euro l'anno, dieci volte quello che spendiamo abitualmente. Ecco perché serve che il governo commissari direttamente, con un elenco di opere puntuali, che riducano i tempi burocratici. Occorre, ancora, che non si dia più spazio ai ricorsi al TAR. Solo questo può consentire il rilancio e la crescita del nostro paese”.

“I parlamentari non servono, occorrono consiglieri comunali e sindaci”

“In Campania abbiamo quasi duecento amministratori locali - continua Calenda - io non voglio parlamentari che non rappresentano più nessuno. Occorrono, invece, consiglieri comunali, sindaci dei piccoli comuni, perché sono quest’ultimi ad amministrare il territorio e a conoscere le realtà. Ovviamente, il lavoro che stiamo facendo è molto più faticoso che mettere insieme qualche parlamentare, ma consentirà una prospettiva seria in cui potremo conoscere persone oneste. Tra urla e strepiti abbiamo perso troppo tempo. La politica è l'arte di far accadere le cose”.

Elezioni provinciali: a supporto di Angelo D’Agostino

“Noi siamo presenti a supporto di Angelo D'Agostino che, tra l'altro, era con me in Scelta Civica. Lo faremo convinti che le province, rimaste presenti in funzione ridotta, rappresentano il territorio. Qui c'è un gigantesco problema con l'acqua e gli investimenti devono essere fatti direttamente per avere un sistema di distribuzione e gestione dell'acqua più efficace”, conclude il leader di Azione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carlo Calenda fa tappa ad Avellino: "Sosterremo Angelo D'Agostino alle elezioni provinciali"

AvellinoToday è in caricamento