rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Politica

De Magistris ad Avellino: "L'autonomia differenziata penalizzerà le aree più fragili"

Il portavoce di Unione Popolare ha fatto tappa in città per partecipare al dibattito "Autonomia regionale differenziata. Focus sull'Irpinia"

"L'autonomia differenziata produce dei rischi gravissimi per il Mezzogiorno perché accentua la disuguaglianza e la discriminazione territoriale che è già in atto adesso con il cosiddetto criterio della spesa storica". Lo ha dichiarato Luigi de Magistris a margine del dibattito “Autonomia regionale differenziata. Focus sull’Irpinia”, organizzato da Unione Popolare nella Sala Blu dell'ex Carcere Borbonico.

No all'autonomia differenziata: "Rischi gravi per il Mezzogiorno"

"Aumenterà il divario su temi fondamentali come scuola pubblica e sanità e il potere si consoliderà in un verticismo regionale - ha aggiunto il portavoce di Unione Popolare - tutto questo è l'antitesi dell'autonomia. Io sono un autonomista convinto ma la vera autonomia consiste nel dare forza ai sindaci, ai territori, alle aree interne, all'autodeterminazione dei popoli. Al contrario, con l'autonomia differenziata le aree più fragili subiranno conseguenze negative". "L'esperienza da magistrato - ha spiegato - mi ha insegnato che dare molti soldi alle regioni non è opportuno visto che al loro interno si concentrano sistemi di una burocrazia molto asfissiante e centri di potere e potrebbero essercci anche infiltrazioni della criminalità organizzata".

D'Andrea: "L'Irpinia deve riprendere la vecchia strada"

"Questo convegno - ha affermato Aldo D'Andrea, moderatore dell'iniziativa odierna - nasce per ottenere consapevolezza sullo stravolgimento istituzionale che sta per avvenire in Italia, frutto della subcultura della Lega Nord che, alla fine degli anni '80, ha iniziato questo tentativo di fare la secessione, oltre che geografica dei ricchi. Non riuscendovi sono passati al federalismo e, adesso, ci provano con l'autonomia. Il focus del dibattito va cercato nel cosiddetto residuo fiscale. Malgrado la sua grande esportazione, il Nord non sarebbe quello che è senza il consumismo meridionale. L'Irpinia ha dimostrato nel tempo di essere una terra di grande spessore politico e cultura. Ora deve riprendere la vecchia strada attualmente abbandonata" ha concluso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Magistris ad Avellino: "L'autonomia differenziata penalizzerà le aree più fragili"

AvellinoToday è in caricamento