rotate-mobile
Eventi

Proiezione “Ariaferma” nel carcere di Bellizzi Irpino, il Garante Ciambriello plaude all'iniziativa

Il Garante dei detenuti della Campania: "Il carcere è una comunità, le vite di detenuti e agenti penitenziari si intrecciano tra loro"

Nella giornata di ieri, il Garante dei detenuti della Campania, Samuele Ciambriello, ha partecipato alla proiezione del film “Ariaferma”, regia di Leonardo Di Costanzo, organizzata dall’associazione “ZiaLidiaSocialClub” nell’istituto di pena di Bellizzi Irpino, a cui è seguito un dibattito con l’attore Salvatore Striano, moderato dal presidente dell’associazione, l’avvocato Michela Mancusi. Alla discussione ha preso parte, anche, il Garante campano Ciambriello e il Direttore del carcere, Paolo Pastena.

"Il film mette a confronto la figura degli agenti di polizia penitenziaria e quelli di un gruppo di detenuti che, dentro le mura di un carcere, in un tempo sospeso, all’interno di una struttura dismessa, accentuano rapporti e relazioni che si incrinano nel rispetto dei loro ruoli e quando la loro esperienza comune sta per finire pranzano insieme, utilizzano lo stesso linguaggio e lo stesso sentimento, perché il carcere è una comunità, un’umanità dolente che, a vario modo, è rappresentata da tutti gli attori. Bene ha fatto l’Associazione ad organizzare l’incontro, bella è stata la testimonianza di Salvatore Striano, che ha raccontato la sua esperienza di vita in carcere, le “assurdità” della vita detentiva", ha dichiarato il Garante campano, Samuele Ciambriello, all’uscita del carcere di Bellizzi Irpino, che ospita 470 detenuti, di cui 25 donne.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Proiezione “Ariaferma” nel carcere di Bellizzi Irpino, il Garante Ciambriello plaude all'iniziativa

AvellinoToday è in caricamento