Equinozio e Yoga alla Mefite

  • Dove
    Indirizzo non disponibile
    Rocca San Felice
  • Quando
    Dal 23/09/2020 al 23/09/2020
    16.00
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni

Nei pressi del borgo medievale di Rocca San Felice, nel cuore dell’Irpinia, si trova un luogo molto particolare: un piccolo lago di origine solfurea, la Mefite. 

Un luogo unico, dove è lo stesso ambiente a imporre la venerazione e il rispetto dell’uomo, il timore per forze soprannaturalmente ordinate. Qui, si venerava la Dea Mefite e la sua figura principale di nume tutelare delle sorgenti, si mescola a enti minori della vegetazione selvaggia e del regno animale, con attributi che alludono alla forza vitale delle acque generatrici. Divinità delle fonti e delle correnti, simboli tradizionali della vita passionale e istintiva, dell’esistenza soggetta al divenire e al mutamento delle forme, Mefitis rappresentava una potenza elementare che permetteva la partecipazione alla dimensione spirituale. 

Difatti Mefite era un’antichissima divinità italica che proteggeva dai pericoli e dalle malattie, era invocata per la fertilità dei campi e la fecondità delle femmine; legata al mondo delle acque, come esse la Dea era considerata fonte di vita, soprattutto nelle regioni abitate dalle comunità osco-sabelliche e sannitiche. Inizialmente, le aree sacre a lei votate erano situate in genere vicino alle acque fluviali e lacustri, ma anche a ridosso dei percorsi della transumanza, segno che la Dea proteggeva il bestiame. 

Presiedendo agli attraversamenti, Mefite sovrintendeva a tutti i passaggi da un luogo a un altro, da una condizione all’altra, da una fase del giorno alla successiva, comprendendo quindi, anche gli spostamenti stagionali degli armenti. Anche l’etimologia del termine Mefitis deriverebbe da “colei che sta nel mezzo”, e sembra quindi rimandare a un’entità intermedia fra cielo e terra, fra vita e morte, a lei venendo attribuito il potere di fare da tramite spirituale fra esistenza terrena e vita o sonno ultraterreni. Conforme a questa natura di “passaggio” spazio-temporale accompagneremo l'ingresso della stagione autunnale e il buio crescente con una meditazione e una breve sequenza yoga.

La pratica sarà svolta (in totale sicurezza), nei pressi "del ventre della Dea Madre", la grande antenata, a cui la dedicheremo: alla Dea Madre che  incarna l'energia primordiale, la Shakti, da cui emerge l'universo manifesto.

L'appuntamento è mercoledì 23 alle ore 16  Grottaminarda e alle ore 16.30 alla Mefite.

in caso di pioggia, l'evento verrà spostato al giorno dopo.

Per info e prenotazioni: Albina 3388519128

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Sport, potrebbe interessarti

I più visti

  • Giornate Fai d'autunno: ecco il programma in Irpinia e nel resto della Campania

    • dal 17 al 25 ottobre 2020
  • Tempo di Vendemmia: da Mastroberardino passeggiate, degustazioni e merende in vigna

    • fino a domani
    • dal 26 settembre al 24 ottobre 2020
  • Prevenzione, ecografie e visite cardiologiche gratuite a Montoro

    • fino a domani
    • dal 10 al 24 ottobre 2020
  • Da Spider-Man a Star Wars, la quarta tappa di Comicon Extra al Carcere Borbonico

    • dal 16 ottobre al 28 novembre 2020
    • Carcere Borbonico
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    AvellinoToday è in caricamento