menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Servizi sociali in provincia, sempre più acceso lo scontro tra Valle Caudina e Avellino

Tredici comuni su sedici hanno chiesto ad Avellino la convocazione urgente del coordinamento istituzionale per approvare lo statuto dell'azienda speciale consortile

Il Piano di zona A4 vive una nuova puntata della sua lunga telenovela. Gli ultimi aggiornamenti affermano che tredici comuni su sedici hanno chiesto ad Avellino la convocazione urgente del coordinamento istituzionale per approvare lo statuto dell’azienda speciale consortile. A quanto pare, però, il capoluogo non ha alcuna intenzione di concretizzare. Si fa sempre più acceso, quindi, lo scontro nella gestione dei servizi sociali in provincia di Avellino. Il Piano di zona A4, ormai, è privo di risorse e con fondi che arrivano a singhiozzo. I cittadini continuano a guardare impotenti i servizi che vengono tagliati. Una situazione sempre più insostenibile. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, si aprono le prenotazioni per gli over 60

Attualità

Psicosi Astrazeneca, in Campania uno su tre rinuncia

Attualità

Ciclo vaccinale completo: la Campania ultima regione d'Italia

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus in Irpinia, altri due decessi al "Frangipane"

  • Cronaca

    Sversamento illecito di acque reflue in un fondo agricolo

  • Cronaca

    Coronavirus in Irpinia, altri tre decessi all'Ospedale Moscati

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento