menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

FCA, la Cisal Metalmeccanici promuove l'accordo con Psa: "Ora, garantire nuova mission"

La nota del segretario Picone

«Non possiamo che esprimere un giudizio positivo sull’accordo raggiunto tra i gruppi Fca e Psa, che consoliderà le posizioni di mercato dell’automotive italiano, ma adesso è necessario garantire i livelli occupazionali e ridefinire la mission dello stabilimento di Pratola Serra». Ad affermarlo è Massimo Picone, segretario provinciale della Cisal Metalmeccanici.

«La fusione tra Fiat-Chrysler e Peugeot-Citroen – prosegue il dirigente del sindacato autonomo – e la conseguente costruzione del quarto polo automobilistico del mondo è sicuramente una condizione favorevole per rafforzare la produzione del marchio nazionale, ma occorre una chiara strategia industriale per determinare un’adeguata prospettiva ai lavoratori impiegati nel settore. Se dai vertici aziendali, in questi giorni, infatti è giunta conferma sul budget degli investimenti, pari a 5 miliardi di euro, e la rassicurazione che nessun impianto sarà dismesso, sul tappeto resta ancora una situazione precaria, che richiede da tempo interventi risolutivi, a partire dall’adeguamento tecnologico degli stabilimenti. Andranno, quindi, assunti impegni precisi, da mettere nero su bianco».

«In particolare, Pratola Serra – conclude Picone – può rappresentare uno snodo importante per la catena produttiva del gruppo, purché si utilizzino al massimo le potenzialità e le maestranze del complesso irpino. Ormai da molti anni, invece, la fabbrica funziona a scartamento ridotto e con un massiccio impiego di ammortizzatori sociali. Soltanto attraverso un’innovazione spinta della produzione, dunque, sarà possibile imprimere una svolta. Ci attendiamo perciò dall’azienda impegni concreti che vadano in tale direzione, a partire dagli investimenti annunciati sulla linea di assemblaggio, per la realizzazione di motori diesel puliti e di altri propulsori in linea con le esigenze ecologiche, oltre che con le normative e le tendenze attuali del mercato».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, si aprono le prenotazioni per gli over 60

Attualità

Psicosi Astrazeneca, in Campania uno su tre rinuncia

Attualità

Ciclo vaccinale completo: la Campania ultima regione d'Italia

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus in Irpinia, altri due decessi al "Frangipane"

  • Cronaca

    Bambino positivo al Covid-19, scuola chiusa a Cervinara

  • Cronaca

    Sversamento illecito di acque reflue in un fondo agricolo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento