menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Commissione Bilancio, Cuzzola non ha dubbi: "Avremo a disposizione delle somme che copriranno la perdita di gettito"

"Il recupero dei due milioni di euro che prenderemo dai mutui, saranno somme spendibili a favore delle famiglie e delle imprese"

Questa mattina, in video-conferenza, riunione della Commissione Bilancio per fare il punto della situazione sullo stato attuale delle casse del Comune di Avellino, anallizzando l’istruttoria dell'assessore Cuzzola relativa al Piano di Riequilibrio e all'attuazione del Bilancio di Previsione 2020/2022. La riunione comincia con i presenti che, all'unanimità, manifestano la volontà di rinunciare al gettone di presenza per farne una spesa solidale in aiuto, seppur minimo, alla comunità avellinese, pienamente coinvolta nell'emergenza Coronavirus.

Cuzzola: “In termini monetari, gli obiettivi sono stati pienamente raggiunti”

Queste le dichiarazioni dell'Assessore al Bilancio, Enzo Cuzzola:

“Il Piano di Riequilibrio è ancora in via di valutazione da parte del Riesame. Da quando abbiamo varato il Piano, si è avuto un ritardo ben noto, quello degli 8 milioni di euro. Al momento, noi abbiamo varato questa delibera per fare una analisi dei debiti fuori bilancio. Successivamente cercheremo di proporre delle transazioni ai creditori, promuovendo un abbattimento del 30%. In questo momento, l'Assessore Mazza, sta lavorando alla composizione della Commissione. Allo stato attuale, in termini monetari, abbiamo raggiunto gli obiettivi. Se noi avessimo avuto gli 8 milioni di euro già l'anno scorso, molto probabilmente, oggi avremmo pagato e immesso liquidità sul territorio. Noi avremo delle risorse dalla rinegoziazione dei mutui ma, la parola d'ordine, è rimettere liquidità sul territorio. Voglio precisare che non stiamo regalando la Tari ai commercianti ma è ovvio che, quest'ultimi, non debbano pagarla perchè i loro negozi sono chiusi. Le spese per l'emergenza Covid devono essere valutate. Ma non siamo disarmati. Al momento non c'è modo di fare una stima esatta; ma noi calcoliamo di perdere il 10% del gettito Imu e il 10% del gettito Tari. Non penso che le nostre previsioni siano errate, altrimenti lo sarebbero tutte quelle fatte dal Governo. Avremo a disposizione delle somme che copriranno la perdita di gettito. La perdita di Acs? Lo diciamo da un anno: Acs o produrrà un debito fuori bilancio o produrrà una perdita. Ha prodotto una perdita ma nessuno lascerà i lavoratori senza stipendio". 

Polemica la risposta del Consigliere Amalio Santoro:

“Io mi auguro che non siano poche cause a divorare i famosi 8 milioni. Ci sono una serie di spese “tra la necessità e la goliardia”, parlo di Campo Genova, dell'assistenza psicologica e delle mascherine. Noi abbiamo bisogno di una verifica e ne abbiamo bisogno in tempi brevi”.

Giordano: “C'è una sorta di balletto delle interpretazioni"

La chiusura è del consigliere Nicola Giordano:

“C'è una sorta di balletto delle interpretazioni ma l'assessore ci prospetta una condizione sicuramente migliore. Nessuno ci spiega perchè sono ancora bloccati numerosi servizi. In un Piano di Zona che non riesce a partire, nei problemi di verifica da parte del Comune di Avellino. Bisogna porre l'accento sul livello dei servizi offerti da parte di questo Comune. Ci siamo fermati per quanto riguarda l'ACS. Dobbiamo ripartire da lì. I debiti e gli incassi all'interno del piano industriale, che noi non abbiamo avuto modo di verificare, dovranno essere garantiti da una prospettiva e non dovrà essere una semplice assistenza”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento