menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

CGIL: lavoratrici e lavoratori della sanita’ privata accreditata senza contratto da 14 anni

La nota

Avellino – I datori di lavoro AIOP e ARIS si defilano, salta la firma definitiva per il rinnovo del contratto, nonostante la firma della pre-intesa contrattuale. Un comportamento senza precedenti nel mondo del lavoro, al quale lavoratrici, lavoratori e sindacati reagiscono con la mobilitazione. 

Scatta la mobilitazione della Cgil. Primi due giorni con assemblee e presidi. «Da domani 6 agosto – annuncia Licia Morsa, segretario generale Fp Cgil – per i lavoratori della sanità privata, 48 ore di azioni e proteste contro la mancata stipula del contratto, fermo da 14 anni, anni in cui sono stati richiesti sacrifici agli operatori, tra accordi di crisi e mancata applicazione di alcuni istituti contrattuali». 

«Una scelta scellerata che non può non essere combattuta»: la Fp Cgil di Avellino organizza I presidi a cui prenderà parte l’intera Camera del Lavoro di Avellino quale sostegno e solidarietà a tutte le lavoratrici e lavoratori che da anni pazientemente attendono il riconoscimento dei propri diritti.

«Durante i mesi dell’emergeza sanitaria e del lockdown – osserva Franco Fiordellisi, segretario generale Cgil Avellino – abbiamo chiesto e anche oggi continuiamo a chiedere che la Regione e il Pubblico siano di guida e prevalenti nella Sanità, ma cosi continua a non essere, inoltre i privati non firmando il contratto, complice anche  le Regioni che non “impongono” una moral session,  sono colpevoli di concorrenza sleale e distorsione delle regole: ecco altri motivi per essere in piazza con la Fp»

Dopo la mancata firma per il rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro del settore, Cgil Cisl e Uil hanno proclamato lo sciopero generale del comparto. Non ci sono scuse per giustificare il gravissimo atteggiamento di Aris e Aiop che si rimangiano la preintesa e non sottoscrivono il contratto: «Un comportamento irresponsabile e vergognoso», commenta ancora Morsa. «Ci associamo alla richiesta prodotta dalla Cgil e dalla Funzione pubblica Campania, rivolta alla Regione Campania, di revocare immediatamente gli accreditamenti in essere con le strutture rappresentate da Aiop e Aris».

Ecco il calendario della manifestazioni:

Giovedi 6 agosto, dalle 13,00 alle 15,00 l’appuntamento è davanti ai cancelli della clinica Villa Julie di Mirabella Eclano

Giovedi 6 agosto, dalle 16,00 alle 18,00 l’appuntamento è davanti alla sede della Fondazione Don Gnocchi di Sant’Angelo dei Lombardi

Venerdi 7 agosto, dalle 13,00 alle 15,00 l’appuntamento è davanti ai cancelli della clinica Montevergine di Mercogliano

Venerdi 7 agosto, dalle 16,00 alle 18,00 l’appuntamento è davanti alla sede della Casa di cura Malzoni di Avellino

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona Rossa, la precisazione della Regione Campania

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento