menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Associazioni sul piede di guerra: "Troppo cara la bolletta dell'acqua"

Fasce di utenza e relative tariffe nel mirino delle associazioni

Federconsumatori Cgil, Adoc e Movimento Difesa del Cittadino hanno chiesto alla Prefettura di convocare un confronto con i vertici dell'Alto Calore e dell’Ato Calore. Le bollette dell'acqua sono troppo salate per gli utenti. 

Fasce di utenza e relative tariffe finiscono nel mirino delle associazioni. "Non si fanno le letture dei contatori da anni e la gente si vede recapitare le bollette con la ricostruzione dei consumi pregressi" afferma il responsabile Adoc Gianluca De Cunzo. Situazione paradossale per molti. 

"Per una sola persona l’Istat calcola un consumo medio pari a 6m3 al mese; una famiglia che consuma 72 m3 all’anno rientra nella fascia agevolata, ma una famiglia media di 4 persone che consuma 288 m3 si ritrova a pagare 5 euro al m3. Per cinque persone il costo lievita a 365 euro all’anno e per sei addirittura a 730 euro". Un peso enorme sulle tasche dei cittadini.

Il segretario di Federconsumatori, Fiorentino Lieto, si focalizza sul futuro e sugli scenari di gestione: "Vogliamo avere voce in capitolo, perché siamo stati tenuti fuori, anche se abbiamo delle proposte. Non c'è una preclusione per il ricorso a una gara, purché si garantisca una gestione virtuosa".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento