Orrore ad Avellino, esplode la violenza e uccide la sorella

La tragedia a San Tommaso

Assolutamente atroce ciò che è avvenuto ad Avellino, dove un uomo, Luigi Bellizzi, in un appartamento di via Giulio Morra, nella zona di Collina Liguorini, ha assassinato la sorella, Pina Bellizzi. La donna, una 78enne, è stata soffocata con un cuscino. L'uomo, 71 anni, viveva con lei da qualche tempo. Successivamente, avrebbe ferito anche un altro fratello, Gennaro. Quest'ultimo, però, è riuscito a difendersi e ha avertito le forze dell'ordine. Sul posto, gli uomini guidati dal Comandante Massimo Cagnazzo, anch’egli presente, hanno bloccato e fermato l’uomo. I carabinieri hanno avviato le indagini per capire le motivazioni che hanno condotto al dramma. 

- Aggiornamento della notizia - 

L'ipotesi più accreditata è quella di un raptus, dopo un furioso litigio avvenuto con la vittima. Poi le mani sul collo e quindi lo strangolamento causato dalla pressione delle dita. Ma l'ira di Luigi non si è placata nemmeno di fronte al corpo senza vita di Pina. Subito dopo è sceso in strada alla ricerca del fratello piú piccolo, Gennaro. I due sono saliti nell'appartamento al terzo piano e, di fronte al cadavere della donna, la violenza ha ripreso il sopravvento. Gennaro è stato aggredito con un coltello, ma è riuscito a difendersi e a scappare per chiedere aiuto, fortunatamente ha riportato soltanto ferite superficiali.
Dall'interrogatorio di garanzia potrebbero emergere nuovi particolari, oggi si attende l'emissione dell'ordine di custodia cautelare in carcere. 
 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Migliori ristoranti di Avellino, ecco la nostra classifica

  • Arrestato Vincenzo Schiavone, proprietario di Villa Esther e Santa Rita

  • Lavoro in Comune a tempo indeterminato: si cercano diplomati

  • Tremendo schianto frontale, donna muore sul colpo

  • Nuovo Clan Partenio, ecco come è cambiata la camorra in Irpinia dopo l'operazione "Partenio 2.0"

  • Nuovo Clan Partenio, c'è attesa per capire il destino dei locali "It's Ok" e "Pomodoro"

Torna su
AvellinoToday è in caricamento