rotate-mobile
Cronaca

Terra dei fuochi in Irpinia, Airoma incontra il direttore generale dell’Istituto zooprofilattico Antonio Limone

Questa mattina il primo atto ufficiale dell’indagine guidata dal procuratore capo di Avellino Domenico Airoma

Nei giorni scorsi la pubblicazione dei risultati dello studio Spes, curato dall’Istituto zooprofilattico per il Mezzogiorno per valutare i livelli di contaminazione di aria, acqua, suoli e prodotti agroalimentari, ha suscitato preoccupazione in Irpinia a causa dei dati allarmanti riguardanti la Valle del Sabato e la Valle dell'Irno.

Lo studio Spes è stato condotto eseguendo prelievi di sangue su di un campione di cittadini residenti nelle due aree. Dalle analisi di laboratorio è emersa la presenza, in parametri oltre le soglie consentite, di metalli pesanti pericolosi per la salute dell'uomo come mercurio, diossina e cadmio.

I livelli elevati di inquinanti registrati hanno spinto il procuratore capo di Avellino, Domenico Airoma, ad aprire un fascicolo per accertamenti in materia di reati ambientali e ripercussioni gravi sulla salute.

Questa mattina, Airoma ha sentito il direttore generale dell’Istituto dell’Istituto zooprofilattico Antonio Limone che ha coordinato i lavori del monitoraggio per approfondire l'esito del monitoraggio.Inoltre, il procuratore capo ha chiesto un focus specifico sulla Valle del Sabato. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terra dei fuochi in Irpinia, Airoma incontra il direttore generale dell’Istituto zooprofilattico Antonio Limone

AvellinoToday è in caricamento