menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Malmena con una mazza il tabaccaio: la rapina riesce ma viene arrestato

Sul posto intervenivano immediatamente i carabinieri della Stazione di Serino che ricostruivano l'accaduto identificando il presunto rapinatore in un 30enne residente nell'hinterland del capoluogo irpino

Mattinata  movimentata per un tabaccaio di Serino. Dopo l’apertura dell’esercizio, il commerciante ha ricevuto la sgradevole visita di un uomo che, con il volto parzialmente travisato dal bavero della giacca nonché da un berretto in lana, lo ha colpito con una mazza da baseball provocandogli lesioni agli arti superiori per poi, prelevata la somma di circa 1.000 euro dal registratore di cassa, darsi a precipitosa fuga a bordo di un'auto.

Sul posto intervenivano immediatamente i Carabinieri della Stazione di Serino che ricostruivano l'accaduto identificando il presunto rapinatore in un 30enne residente nell’hinterland del capoluogo irpino.

Attivamente ricercato, il giovane veniva rintracciato presso l’abitazione di un congiunto dove aveva tentato invano di trovare rifugio dopo essersi disfatto sia dell’arma utilizzata sia del berretto indossato al momento del fatto, entrambi successivamente rinvenuti e posti sotto sequestro unitamente all’autoveicolo a bordo del quale si era dato alla fuga.

La somma asportata veniva interamente recuperata e restituita all’avente diritto mentre il presunto rapinatore, inchiodato alla proprie responsabilità dalle evidenze della flagranza di reato che non gli lasciavano altra possibilità che ammettere le sue colpe, veniva tratto in arresto e, su disposizione della Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal Procuratore Dott. Rosario Cantelmo, posto in regime di detenzione domiciliare in attesa di essere giudicato con la formula del rito direttissimo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona Rossa, la precisazione della Regione Campania

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento