menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Svolta nel delitto di Seriate: il DNA sul coltello non è di Antonio Tizzani

I Ris confermano: il sangue presente sul coltello nascosto nel sacchetto di plastica è di Gianna Del Gaudio

E’ finalmente arrivata la svolta al delitto di Seriate. Sono arrivati i dati dei Ris in merito al taglierino ritrovato il 6 ottobre scorso. Il sangue presente sul coltello nascosto in un sacchetto di plastica che appartiene al Caseificio del Sud, nascosto sotto una siepe ad alcune centinaia di metri dalla villetta di piazza Madonna della Neve, è di Gianna Del Gaudio.

Ora diventano decisive le analisi che i Ris stanno ultimando. Nella giornata di ieri, ancora, è stato esaminato il DNA a tutti gli uomini della famiglia Tizzani. Le ultime indiscrezioni, infine, affermano che non ci sono impronte e tracce di DNA di Antonio Tizzani e dei figli Mario e Paolo sul coltello ma, bensì, di un altro individuo misterioso. Il nome dell’assassino di Gianna, a questo punto, si cela nei guanti. Questa mattina, intano, Antonio Tizzani è stato convocato in Procura. L'uomo è stato interrogato dal PM ma, lui, si è avvalso ancora una volta della facoltà di non rispondere. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Disfunzioni idriche in Irpinia: l'avviso di Alto Calore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento