menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Strage del bus, il magistrato vuole una nuova consulenza su barriere e velocità

Continua senza sosta il processo relativo alla strage del bus dell'Acqualnga

Continua senza sosta il processo relativo alla strage del bus dell'Acqualnga. Il giudice del processo civile, infatti, ha chiesto di integrare la consulenza acquisita anche dal procuratore capo di Avellino, Cantelmo, nel processo penale. Al contempo, nel processo civile, il magistrato Pasquale Russolillo ha chiesto un'integrazione al collegio di periti. Quest'ultima, dovrà essere consegnata entro il 30 giugno.  

Una tragedia costata la vita a 40 persone 

I consulenti non hanno dubbi in merito: la velocità del bus all'inizio del viadotto era di 67km/h con un margine di errore del 10%. Un dato che si mostra certamente inferiore rispetto a quella redatta dai consulenti della Procura e da quelli di Autostrade. Le perizie sulle condizioni delle barriere, dal canto loro, sottolineano come quest'ultime abbiano influito sulla tragedia. Adesso, una volta ottenute le integrazioni richieste, potremo finalmente vedere la conclusione del processo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scuola, medie e superiori in presenza: ecco quando

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, nuovo decesso al Frangipane: muore 64enne

  • Cronaca

    Shock a Quadrelle, suicida il 25enne Saverio Fiore

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento