Cronaca

Smaltimento illecito di rifiuti, manager e imprenditori a processo

La Procura di Avellino ha reso noto la chiusura delle indagini sullo Stir e anche su altre imprese della zona di Pianodardine

La Procura di Avellino ha reso nota la chiusura delle indagini sullo Stir e anche su altre imprese della zona di Pianodardine. Nella fattispecie, sono otto gli indagati accusati, a vario titolo, di inottemperanze legate alla gestione di rifiuti e molestie olfattive. Nell’atto d’accusa, firmato dal procuratore capo Rosario Cantelmo e dai sostituti Cecilia De Angelis e Roberto Patscot, è finito anche il manager di Irpiniambiente, la società che gestisce lo Stir di Pianodardine, Nicola Boccalone. Tra gli indagati, ancora, figurano Gaetano e Pantaleone Dentice (società di smaltimento rifiuti Pantaleone Dentice), Alfonso Marsella (Co.Bi.Em), Eliodoro Santonicola (Meridionale Alimenti) e Antonio De Blasio (Aurubis Italia spa).  

Gli indagati, adesso, avranno a disposizione venti giorni di tempo per presentare memorie difensive o chiedere di essere ascoltati dagli inquirenti. Starà ai magistrati, coordinati da Cantelmo, decidere se chiedere il processo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smaltimento illecito di rifiuti, manager e imprenditori a processo

AvellinoToday è in caricamento