rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Cronaca

Smaltimento illecito di rifiuti, manager e imprenditori a processo

La Procura di Avellino ha reso noto la chiusura delle indagini sullo Stir e anche su altre imprese della zona di Pianodardine

La Procura di Avellino ha reso nota la chiusura delle indagini sullo Stir e anche su altre imprese della zona di Pianodardine. Nella fattispecie, sono otto gli indagati accusati, a vario titolo, di inottemperanze legate alla gestione di rifiuti e molestie olfattive. Nell’atto d’accusa, firmato dal procuratore capo Rosario Cantelmo e dai sostituti Cecilia De Angelis e Roberto Patscot, è finito anche il manager di Irpiniambiente, la società che gestisce lo Stir di Pianodardine, Nicola Boccalone. Tra gli indagati, ancora, figurano Gaetano e Pantaleone Dentice (società di smaltimento rifiuti Pantaleone Dentice), Alfonso Marsella (Co.Bi.Em), Eliodoro Santonicola (Meridionale Alimenti) e Antonio De Blasio (Aurubis Italia spa).  

Gli indagati, adesso, avranno a disposizione venti giorni di tempo per presentare memorie difensive o chiedere di essere ascoltati dagli inquirenti. Starà ai magistrati, coordinati da Cantelmo, decidere se chiedere il processo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smaltimento illecito di rifiuti, manager e imprenditori a processo

AvellinoToday è in caricamento