Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Emergenza idrica a Sirignano, Colucci contro l'Alto Calore: "Dieci sospensioni negli ultimi tredici giorni"

Il sindaco di Sirignano si scaglia contro l'Alto Calore Servizi: "Non voglio pensare che questo disservizio sia dovuto a qualche dazio politico che questa comunità deve pagare per colpa di qualcuno"

Emergenza idrica a Sirignano. In una videoconferenza, tenuta in data odierna, il sindaco Raffaele Colucci ha puntato il dito contro l'Alto Calore Servizi, rea delle continue sospensioni verificatesi negli ultimi giorni e che hanno danneggiato una comunità già molto provata dall'emergenza Covid-19.

Ecco uno stralcio delle dichiarazioni del primo cittadino: "Io non amo fare polemica con l'Alto Calore, però credo che allo stato attuale ci sia una grande scorrettezza da parte di chi amministra questo ente. Non è possibile che, negli ultimi tredici giorni, Sirignano abbia avuto ben dieci volte una chiusura del servizio idrico, mentre altri comuni, anche viciniori, non l'hanno subita. Io non voglio malignare, e nemmeno pensare, che questo disservizio sia dovuto a qualche dazio politico che questa comunità deve pagare per colpa di qualcuno. Ho già inviato diversi solleciti, ho chiesto informazioni anche ai dirigenti dell'Alto Calore su come è possibile che alla fine di novembre ci troviamo in questa condizione di grande difficoltà. Se dovessi riscontare anche solo un'ingerenza da parte di qualche amministratore, non esiterò ad andare in Procura".

Di seguito, riportiamo la videoconferenza integrale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza idrica a Sirignano, Colucci contro l'Alto Calore: "Dieci sospensioni negli ultimi tredici giorni"

AvellinoToday è in caricamento