Cereali contraffatti, maxi sequestro nell'Avellinese

L'operazione è stata eseguita nelle province di Avellino e Napoli

Sequestre oltre 315 tonnellate di cereali in Campanis. Denunciato il titolare del deposito per contraffazione di marchi di prodotti industriali. Questi sono i dettagli dell'operazione condotta dai Carabinieri del Reparto Tutela Agroalimentare (R.A.C.) di Salerno, nelle province di Napoli ed Avellino, in collaborazione con la Asl, a seguito di ispezioni straordinarie presso depositi di ditte nel commercio all'ingrosso.

Sequestrate 310 tonnellate di grano, orzo e avena

In particolare venivano sequestrate 310 tonnellate di grano, orzo e avena. Gli alimenti risultavano stoccati all'interno di una struttura priva di registrazione sanitaria. Contestualmente e' stato disposto il divieto di commercializzazione dei prodotti per un valore di oltre 77 mila euro, e diffidato il titolare dell'azienda ad adempiere alle disposizioni normative di settore per lo stoccaggio di prodotti cerealicoli. Sono stati poi scoperti 207 sacchi da 25 kg di farina di grano tenero, per un totale di 5.175 kg etichettati con loghi contraffatti che richiamavano una nota marca di settore e diciture evocanti falsamente l'origine italiana della materia prima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Migliori pizzerie di Avellino, ecco la "Top Ten" di novembre 2019

  • Il mercato bisettimanale di Avellino trasloca

  • Nuovo Clan Partenio, altri 16 indagati: fiume di droga sulla rotta Irpinia-Balcani

  • Medico muore durante il servizio notturno

  • Si sente male dal parrucchiere: donna trasportata d'urgenza in ospedale

  • Nuovo Clan Partenio, chiuse le indagini su Damiano Genovese

Torna su
AvellinoToday è in caricamento