Cronaca

Sentenza storica: giovane madre ucraina può restare ad Avellino

Clandestina nel capoluogo irpino, il Tribunale per i Minorenni di Napoli ha imposto che la donna, madre di un bambino, rimanga in Italia

Ad Avellino era una clandestina ma, adesso,  potrà rimanere in Italia. Il Tribunale per i Minorenni di Napoli, ha appoggiato la tesi di una madre quarantenne proveniente dall'Ucraina e da alcuni anni clandestina ad Avellino. La donna ha dichiarato quanto fosse giusto stabilirsi in Italia per accudire il proprio figlio minorenne che, di fatto, abita già ad Avellino e frequenta una scuola pubblica locale.


La sentenza è nata da un ricorso degli avvocati irpini Vittorio Manganelli e Danilo Iacobacci e trova le sue fondamenta nel fatto che è un diritto della madre, anche se di fatto clandestina, essere autorizzata a rimanere nel territorio italiano nei casi in cui in Italia si trovi già un figlio minore inserito nel contesto sociale del paese. Legge che prescinde dal permesso di soggiorno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sentenza storica: giovane madre ucraina può restare ad Avellino

AvellinoToday è in caricamento