Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Cinese accoglieva clienti in vestaglia: sigilli ad una casa a luci rosse

I carabinieri hanno effettuato vari appostamenti a Sperone

Accoglieva i clienti in vestaglia. Quella casa di appuntamenti a Sperone non è passata inosservata ai carabinieri della stazione di Avella che hanno effettuato un blitz dopo vari giorni di appostamenti. Imprenditori, professionisti  giunti davanti alla porta di ingresso, anziché bussare, effettuavano una telefonata per segnalare la loro presenza e dopo poco si apriva la porta. Ad accoglierli l'avvenente cinese, 40 anni residente a Napoli.

I successivi accertamenti investigativi hanno consentito ai militari di far altresì emergere responsabilità a carico di una seconda persona, un 55enne napoletano che aveva ceduto l’immobile, in sub locazione all’avvenente ragazza asiatica.

All’esito dell’attività di Polizia Giudiziaria i militari sottoponevano a sequestro l’abitazione, il materiale pertinente all’attività svolta, il cellulare ed alcune centinaia di euro probabile provento dell’illecita attività.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinese accoglieva clienti in vestaglia: sigilli ad una casa a luci rosse

AvellinoToday è in caricamento