menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Luci d'artista, tanti soldi a Salerno briciole per gli altri comuni

E' polemica tra i banchi dell'opposizione per la politica del Governatore che lascia al "buio" i comuni campani

A Salerno già fervono i preparativi per la grande manifestazione Luci d'artista che richiama nel capoluogo salernitano migliaia di curiosi e di turisti affascinati dall'arte delle luminarie.

Ma sulla kermesse che tanto lustro dà alla città di De Luca non mancano le polemiche. A insorgere tra i banchi dell'opposizione è Massimo Grimaldi capogruppo della formazione Caldoro Presidente, il quale ha messo in luce la pioggia di finanziamente che il presidente ha pescato per la sua città. Salerno si è infatti aggiudicata ben tre milioni di euro per realizzare "Luci d'Artista". Si tratta di fondi attinti dal piano operativo complementare nel capitolo da sette milioni di euro destinati alla prima programmazione degli itinerari proposti da tutto il territorio regionale. Dunque per le altre città restano da spartirsi i restanti 4 milioni. Briciole rispetto alla cifra esosa destinata ad un'unica città.

"Vincenzo De Luca penalizza i Comuni campani. Non si può gestire una Regione mortificando sindaci ed amministratori - esordisce Massimo Grimaldi - La regione Campania stanzia tre milioni per la città di Salerno e per l' iniziativa Luci d'Artista. Il piano operativo complementare ha una dotazione, nel capitolo interessato, di circa 7 milioni, per tutti i comuni della regione. Prevedere 3 milioni per una sola città è uno schiaffo a tutti i comuni. E'un doppio schiaffo perché la voce dalla quale si recuperano risorse è quella destinata alla attività della Campania dopo Expo. De Luca spieghi la logica della scelta e chieda al 'suo' Comune massima chiarezza".

Dello stesso avviso il consigliere regionale Saiello del Movimento Cinque Stelle.

"De Luca in campagna elettorale aveva promesso a suon di slogan ai campani rigore assoluto e lotta agli sprechi dei finanziamenti a pioggia. Questi ultimi il più delle volte erogati per ingrossare le fila delle clientele. Purtroppo dobbiamo constatare e registrare che la Regione Campania ancora una volta con una concezione marcatamente salernocentrica ha stanziato ben tre milioni di euro per l'iniziativa luci d'artista di Salerno".

"Riteniamo che siano importanti le iniziative promozionali del territorio regionale però non è possibile che una fetta importante di denaro pubblico debba interessare sempre e solo la città di Salerno. In particolare le luci d'artista sono ormai un brand - prosegue - un attrattore turistico e commerciale importante che ormai vive di una propria forza".

"Quelle risorse potevano essere impiegate per valorizzare altre iniziative campane esaltando vocazioni culturali e della tradizione". "Ricordiamo che il Poc (Il piano operativo complementare) voluto da De Luca - sottolinea Saiello - comprende anche il progetto cultura 20/20 e proprio in quest'ambito c'era una chiara scelta dell'amministrazione regionale ovvero si stabilivano azioni di sistema".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona Rossa, la precisazione della Regione Campania

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento