menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il bassista dei Pooh padrino del primo Fiano vegano di Avellino

Red Canzian in occasione della presentazione del suo libro sul veganismo degusterà in esclusiva la seconda annata del vino Isca

Venerdì, alle 19.30, Red Canzian, storico bassista dei Pooh, presenta a Montoro, presso il ristorante Casa Barbato in Via Padula, il volume "Sano, vegano, italiano" (Rizzoli, 2017), con le storie della sua svolta vegana e le ricette, scritte a quattro mani con la figlia Chiara, che cucinerà la cena per gli ospiti della serata. In quella occasione, il celebre musicista e sostenitore del veganismo degusterà in esclusiva "Isca", il primo vino Fiano di Avellino DOCG vegano e solidale, dotato di certificazione Vegan Ok, che rappresenta la seconda annata della produzione vitivinicola della Fattoria Sociale Gea Irpina di Isca delle Donne (via Ventole SNC, Pratola Serra, Avellino).

 Isca vegano, nato dalla sinergia di psicologi e contadini, volontari e persone nel disagio, è vinificato da Vigne Irpine a cura dell'enologo Domenico Polzone e arricchisce la filiera della fattoria, che già vanta produzioni di qualità come i piccoli frutti, le ortive di stagione, le marmellate artigianali, il mosto cotto, le conserve. I proventi dei prodotti, tutti coltivati a chilometro zero e acquistabili mediante distribuzione diretta in fattoria, sono interamente destinati a sostenere le azioni della fattoria sociale, programma territoriale di coesione sociale promosso ed implementato dalla Caritas diocesana di Avellino, dall'Associazione Il Pioppo e dalla Cooperativa Sociale L'Approdo e gestita dalla Società Cooperativa GEA Irpina – Impresa Sociale_Fattoria Sociale Onlus, in collaborazione con le istituzioni pubbliche socio-sanitarie locali, regionali, nazionali ed europee e nella rete di Mediterraneo Sociale. Attualmente i borsisti accolti presso la Fattoria Sociale provengono da istituti di detenzione, dall'esperienza dell'handicap, dalla salute mentale, dai servizi di accoglienza per richiedenti asilo SPRAR, dall'esclusione sociale e dalla disoccupazione di lunga data, giovani e meno giovani che accedono a programmi di inserimento socio-lavorativo per dare una svolta alla loro vita.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini Covid, si aprono le prenotazioni per gli over 60

Attualità

Psicosi Astrazeneca, in Campania uno su tre rinuncia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento