menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Processo ex Isochimica, 27 imputati rinviati a giudizio

L'udienza è fissata il prossimo 9 dicembre. I familiari delle vittime: "Non ce la facciamo più. E' troppo tempo che stiamo aspettando di avere giustizia. Ormai c'è solo stanchezza e delusione"

Rinvio a giudizio per 27 dei 29 imputati del caso del disastro ambientale e dell’amianto dell’ex Isochimica di Avellino. Gli imputati dovranno rispondere di numerosi reati. Accuse gravi che vanno dall’omicidio colposo plurimo, alle lesioni dolose, al disastro ambientale continuato fino all’omissione di atti d’ufficio. Prosciolti invece il dirigente del comune di Avellino Francesco Tizzani e Francesco Barbieri, amministratore unico della Pescatore srl.

La pronuncia del Gup Fabrizio Ciccone, presso l’aula del Tribunale di Avellino, è arrrivata alle 13:20. Occorrerà attendere il 9 dicembre per la prima udienza. 

Le parole dell'avvocato degli imputati rilasciate ai microfoni di Avellinotoday

Fuori dall'aula, la voglia di parlare è poca. Ecco quanto dichiarato da alcuni familiari delle vittime: "Non ce la facciamo più. E' troppo tempo che stiamo aspettando di avere giustizia. Ormai c'è solo stanchezza e delusione". 

I 27 rinviati a giudizio: 

Paoli Foti: omissione in atti d'ufficio, come custude dopo Giuseppe Galasso

Vincenzo Izzo e Pasquale De Luca, responsabili della sicurezza.

Elio Graziano, proprietario.

Giuseppe Galasso con i suoi assessori: Ivo Capone, Sergio Barile, Giancarlo Giordano, Luca Iandolo, Donato Pennetta, Tony Iermano, Raffaele Pericolo, Antonio Rotondi Antonio Spina. 

Biagio De Lisa della Eurokomet srl, incaricato della bonifica,

Giovanni d'Ambrosio amministratore unico Geisa,

Giovanni Rosti amministratore delegato di Team Ambiente,

Per l’Asl il funzionario Michele De Piano e Luigi Borea responsabile dell’Unità Operativa amianto.

Francesco Di Filippo amministratore unico della Hge Ambiente srl, accusato di aver omesso la bonifica e la messa in sicurezza del sito.

Leonida Gabrieli, curatore fallimentare.

Prosciolti  i dirigenti del comune di Avellino Francesco Tizzani e Francesco Barbieri, amministratore unico della Pescatore srl

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento