"Prima dell'alba" racconta la storia di Marco: "Vado a Roma per prostituirmi"

Una storia di profondo degrado documentata dal programma diretto da Salvo Sottile

Una storia di profondo degrado documentata dal programma diretto da Salvo Sottile, "Prima dell'Alba", in onda su RAI 3.

Le telecamere del noto programma si sono accese nelle strade adiacenti la Stazione Termini per parlare di prostituzione giovanile. 

Molti i ragazzi, per lo più stranieri, che sono stati avvicinati e, tra questi, c'era anche un giovane con accento meridionale: Marco, 23 anni, di Avellino. 

Marco racconta che, ogni sabato, parte dal capoluogo irpino per raggiungere Roma.

"Arrivo sempre la sera, tra le 8 e le 10; poi riparto il giorno dopo. I clienti pagano tra i 20 e i 30 euro e riesco a farne circa 13-14 ogni sera".

Alla domanda sul perché, Marco, avesse, deciso di fare questa vita, la risposta è stata chiara: "Questa è stata l'unica strada possibile, il lavoro non c'è".

Poi la discussione continua:

"Io vivo con mio padre, a lui racconto che, il sabato vado a trovare la mia ragazza".

Una storia triste che, purtroppo, non appare assolutamente inverosimile. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, altro caso sospetto a Mirabella Eclano

  • "Quando morirò lasciami dove vuoi" e lei abbandona il cadavere per strada

  • Laurea con 110 e lode per Francesca Bellizzi, figlia di Mimmo

  • Si spara per errore mentre ricarica il fucile

  • Bando di concorso all'Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati”

  • Mario, un giovane di 21 anni, è scomparso

Torna su
AvellinoToday è in caricamento